Orizzontintorno Carlo Paschetto
Logo orizzontintorno Carlo Paschetto


Progetto 110: Firenze
24-07-2018 - Centodieci/65: Firenze

Eran due anni che il Progetto 110 era fermo. Così fra una ventina di giorni si parte in spedizione per andare a dargli nuovamente una botta, ché finite le regioni del nord e già avanti con quelle del centro ormai bisogna macinare chilometri per fare progressi.
Nel frattempo, abbiamo un po' allungato la strada verso il consueto ritiro estivo elbano e ne abbiamo approfittato per piantar la bandierina a Firenze, portando così a termine anche la Toscana.

Perché sì, incredibilmente Firenze mancava all'appello, nonostante io divida ormai da più di sei anni la mia vita con una torinese trapiantata nel capoluogo del Granducato e nonostante io stesso vi abbia vissuto per un anno e mezzo, ormai vent'anni fa.
Ma la prima ferrea regola del Centodieci vuole la fotografia del duomo, possibilmente col cellulare, e del resto io foto di Firenze non ne avevo proprio, ché detesto (fotografare) le città d'arte e monumentali, ché sono infotografabili a meno di essere dei professionisti e sterminare l'infinito tappeto di turisti che le assedia, e allo stesso tempo sono fotografate milioni e milioni e milioni di volte da milioni e milioni e milioni di quegli stessi turisti, tutti i mesi dell'anno, tutti gli anni, da sempre, per sempre.
Non c'è nulla da scoprire nelle grandi città d'arte se l'obiettivo è il Progetto 110, anzi, e son città queste già difficili lungo gli itinerari più classici, che per (ri)scoprirle davvero dovresti studiare, e studiare, e studiare, e cambiare prospettiva, uscire dagli schemi noti, improvvisare e soprattutto avere tempo e fermarti: esattamente il contrario della filosofia del Progetto 110.

È stato così quando ho dovuto affrontare Roma e poi Venezia. Mi sono dovuto preparare, ché non ne avevo proprio voglia. Ma Roma è Roma, e Venezia è Venezia. Ho risolto i miei rapporti con entrambe le città, a Roma abitandoci prima e tornando poi coi ragazzi qualche giorno proprio con la scusa del Centodieci, attraversandola coi loro occhi; a Venezia ritornando fra le calli insieme a lei, fermandoci apposta qualche giorno, così che la foto a San Marco col cellulare fu annegata in mezzo ad altri percorsi.

Firenze invece non sono mai riuscito ad amarla. Ho un conflitto irrisolto con le rive dell'Arno.
Era parecchio tempo che non ci tornavo, perlomeno che non mi fermavo qualche ora. Non ho bei ricordi qui, è una città legata a un periodo della mia vita che ho rinnegato.
Mi aggiro un po' spaesato, quasi come non la riconoscessi, e in effetti è un po' così. Addirittura la ricordavo rovesciata: cioè, il centro lo avevo in mente sulla sponda opposta e San Miniato al Monte evidentemente non esisteva, sebbene sia dell'anno mille.
Avevo un'immagine stralunata e ribaltata della topografia cittadina, un negativo. Forse è questa la ragione del mio disamore per Firenze.
O forse è che di giorno lavoravo, fuori città, e in centro venivo sempre la sera tardi, al buio, e nemmeno tutte le settimane, anzi.

Tant'è, in Santa Maria del Fiore non siamo riusciti ad entrare, ché apriva solo nel pomeriggio e la coda in attesa era già lunga alle undici del mattino, per non parlare di quella per salire sul Campanile di Giotto. Gli Uffizi poi non son certo roba da Centodieci.
Quindi, dopo le foto di rito col cellulare al duomo e al rinomato panorama da Piazzale Michelangelo, ho fatto definitivamente pace con Firenze a tavola.
Che si sa, la diplomazia vince sempre se è accompagnata dai piatti giusti.

Dunque Firenze, tappa numero sessantacinque timbrata. E anche la Toscana è finita.
Il mese prossimo facciamo rotta a sud e portiamo un po' di bandierine in valigia, ché la lista in programma è abbastanza nutrita e ho appena finito di leggere un bel libro Rumiz sull'Appennino che mi ha aperto nuovi orizzonti.

Firenze1
Firenze2
Firenze4
Firenze3
Firenze, tappa numero 65 del progetto 110











orizzontintorno Carlo Paschetto orizzontintorno Carlo Paschetto orizzontintorno Carlo Paschetto orizzontintorno Carlo Paschetto
Copyright 2003-2018 Orizzontintorno   |   P. IVA 09609460960   |   Informazioni   |   info [at] orizzontintorno.com

Tutti i diritti riservati. I contenuti di questo sito sono licenziati Creative Commons Copyright. Orizzontintorno è un sito web di proprietà di Carlo Paschetto e non è da considerarsi in alcun modo una testata giornalistica in quanto non prevede periodicità nell'aggiornamento. Il titolare non si assume alcuna responsabilità per quanto pubblicato all'interno dei commenti del blog.

logo