Orizzontintorno Carlo Paschetto
Logo orizzontintorno Carlo Paschetto


30 Oberland/4
APR Travel Log: Oberland
Sì, lo so che a voi non frega un tubo della nostra sagra familiare e che siete qua (di solito) per leggere altro, ma posso dirvelo lo stesso? Il suo papà è davvero orgoglioso di lui! Perché oggi, dopo aver fatto un po' di acclimatamento gli scorsi giorni fra i mille e i duemila, Leonardo si è bevuto senza problemi i quasi 3.500 metri dello Jüngfraujoch ed ha mosso i suoi primi passi sul ghiacciaio dell'Aletsch - per inciso, il più grande d'Europa.
Che, per un bambino di poco più di quindici mesi, che solo da pochi giorni ha imparato a camminare senza dare la manina al papà e alla mamma, non è niente male, vi pare?

Qualche problema con la luce troppo forte, che abbiamo risolto facendogli ombra da tutte le parti, ma del tutto indifferente al vento, ai -4° ed alla quota, il piccolo Messner si è infilato nel suo portababy - naturalmente insieme al suo fido orsetto alpinista nella tasca destra ed al suo biberon con il succo d'arancia in quella sinistra - ha fatto qualche boccaccia al gruppo di cinesi e si è lasciato trascinare in questa grande avventura, prendendosi anche qualche sorriso dalle guide alpine svizzere. Ed ecco immortalato il suo nuovo record: quota 3.454...


Insomma, missione compiuta. Prova generale di viaggio orizzontale (e verticale!) con Leonardo: ok. Adesso possiamo tornare a casa, aggiornare l'archivio fotografico di Orizzontintorno, e prepararci per la prossima estate...
00.11 del 30 Aprile 2005 | Commenti (3) 
 
29 Oberland/3
APR Travel Log: Oberland
Dopo un'altra orribile giornata, che abbiamo interamente trascorso avvolti dalle nubi ingannando il pomeriggio ad Adelboden, oggi ci siamo rifatti: ci sono volute otto ore ed una sequenza di nove fra treni e funicolari per completare il giro che, dalla nostra base a Grindelwald, ci ha portato di nuovo su alla Kleine Scheidegg, poi a Wengen ed infine a Mürren.
Tempo non bellissimo, ma perturbazioni al di sopra dei quattromila metri che ci hanno regalato emozionanti panorami sull'Oberland. Nota: La Jüngfrau ed il Mönch, osservati da Mürren, sono decisamente himalayani.

Ecco qui qualche altro assaggio ed un paio di confronti fra martedì ed oggi: al ritorno avrò un bel po' da lavorare per aggiornare l'archivio fotografico di Orizzontintorno...

Il Mönch fotografato martedì dalla Kleine Scheidegg
...e come si presentava oggi...
La Jüngfrau fotografata martedì...
...ed oggi, scendendo a Wengen...
L'Eiger questa mattina alla partenza...
00.17 del 29 Aprile 2005 | Commenti (0) 
 
27 Oberland/2
APR Travel Log: Oberland
Dopo una giornata con tempo inclemente, trascorsa bighellonando ad Interlaken, oggi l'Oberland ci ha regalato uno spettacolare cielo primaverile. Ed è così che Leonardo si è infilato nel suo portababy e sulle spalle del papà ha stabilito il suo nuovo record di quota, abbondantemente al di sopra dei 2.000 m, ai piedi della parete nord dell'Eiger.

Siamo saliti alla Kleine Scheidegg con il trenino dello Jüngfraujoch e da lì abbiamo risalito l'inizio della pista battuta nella neve che porta all'Eiger trail, proprio sotto alla Eigerwand. Beh: non so esattamente cosa ne pensi Leo, comunque la mia schiena ha retto e papà sherpa può ritenersi soddisfatto del battesimo alpinistico di questa nuova strana "cordata"...


È che non posso spiegarvi il fascino dell'Eiger, se non conoscete la fama di questa straordinaria parete che si infila nel cielo per quasi due chilometri. È che non posso spiegarvi l'emozione di stare qua sotto a studiarne le linee di rottura, gli incredibili e vertiginosi percorsi di salita che l'hanno resa celebre, il ragno, il grande nevaio sospeso, la traversata obliqua, le rampe finali.

È che siamo in uno dei posti pi¨ belli del mondo, circondati da una infinita corona di vette che sfondano i quattromila metri, ad ammirare una straordinaria cattedrale della natura, con una giornata da favola. Così, ecco qualche anticipo di quello che nei prossimi giorni finirà (anche) nell'archivio fotografico di Orizzontintorno: il volto dell'Eigerwand nelle ultime 48 ore...


..
[Continua a leggere]

01.03 del 27 Aprile 2005 | Commenti (0) 
 
24 Oberland/1
APR Travel Log: Oberland
Arrivati a Grindelwald. Per me un ritorno: undici anni fa ero qui per salire il Mönch. Tempo pi¨ o meno clemente. Leonardo sembra felice al suo primo vero viaggio. Si è bevuto i 350 km in parte dormendo, in parte guardando il panorama assorto nei suoi pensieri, talvolta chiacchierando un po'.

Non c'è nessuno qui: il paese è quasi totalmente chiuso per ferie e l'Oberland è tutto per noi, in albergo siamo praticamente soli. Sopra alla nostra testa, e davanti al balcone della nostra camera, la parete nord dell'Eiger si innalza ancora innevata per quasi due chilometri. Fa sempre paura, soprattutto con un cielo minaccioso come quello di questo pomeriggio.
Osservo con il teleobiettivo la cresta del Mittelegi, a sinistra: prima o poi un tentativo verrò ben a farlo.

GPRS a manetta, segnale perfetto. E Orizzontintorno in diretta, finalmente. Da uno dei luoghi che pi¨ amo al mondo.

23.06 del 24 Aprile 2005 | Commenti (0) 
 
22 Rassegna(ta) stampa
APR Prima pagina
Come d'abitudine, mi sono segnato qualche approfondimento interessante. Avrete letto sicuramente degli incontri diplomatici fra India e Cina che, fra l'altro, hanno sancito il ricoscimento definitivo da parte della Cina della linea di confine himalayana rivendicata dal governo di Delhi.
Degli incontri in sé potete leggere qui su BBC News. Un'ottima analisi la fa, naturalmente, il solito Pfaal.
Per parte mia osservo che la rotta Lhasa-Kashgar è finalmente sicura, anche ufficialmente. E vabbé, annotiamola sul nostro taccuino speciale, in fondo a una lista già infinita...

La situazione in Nepal, invece, secondo il nostro console onorario.

Naturalmente, il Kyrgyzstan è già scomparso dalla carta geografica dei nostri Media. Il Togo, invece, non è mai esistito.
23.58 del 22 Aprile 2005 | Commenti (1) 
 
21 Orizzontiblog
APR Lavori in corso
Sono dovuto andare a spulciare molto a ritroso fra le pagine di questo giornale di bordo. A quanto pare, ne ho accennato la prima volta qui, poi ancora qui, poi qualcosa ho vagamente detto qui. Addirittura, in occasione del compleanno di Orizzontintorno immaginavo un go live a distanza di due o tre settimane. Sì, vabbé...

Nel frattempo, da mille al mese siete diventati tremila, poi quattromila, e da ieri avete sfondato quota settemila visitatori unici mensili; nel frattempo, Leonardo ormai cammina e ha un vocabolario di almeno una ventina di parole con le quali domina il mondo; nel frattempo, abbiamo persino un nuovo Papa.
Come a dire: è passata un pochetto d'acqua sotto i ponti, ecco...

Ma come vedete, infine ce l'abbiamo fatta! Un lavoraccio, mica tarallucci e vino, per il quale non ringrazieremo mai abbastanza Roberto (che fra una riga di codice e l'altra è anche riuscito a sposarsi), senza naturalmente dimenticare il buon Bruno che, di Orizzontintorno, è l'ingegnere capo e che come al solito ci ha messo il magico colpo di cacciavite finale: per intenderci, quello che dal "ma come, non funziona pi¨ un tubo?" ha permesso il salto definitivo all'"evvai, funziona!!"

Ehi, un po' di righe di codice le ho scritte anche io, che credete? Non è che mi limiti a commissionare il lavoro per poi imboscarmi beatamente ad aspettare il risultato finale: ho pur sempre da difendere un vecchio straccio di laurea in Scienze dell'Informazione, ecchecavolo.

Come dite? Di cosa sto parlando? Ma come, non ve ne siete accorti? Siete su un vero blog adesso! Con tanto di gestione delle categorie, archivio dei post su un vero database e, naturalmente, apposito spazio per i vostri commenti ed interventi.
Insomma, la vogliamo creare o no questa comunità di naviganti? Bene, adesso abbiamo/avete anche gli strumenti. Dobbiamo ancora sistemare qualche piccola cosa, ma per voi dovrebbe essere tutto ok. Da adesso possiamo fare sul serio.

Io, per questa notte, me ne vado finalmente a dormire. Il blog è ora tutto vostro. Fate i bravi, mi raccomando.

N.B. Se trovate qualcosa che non funziona, lasciate ovviamente un messaggio.... zzzzz.....
00.05 del 21 Aprile 2005 | Commenti (7) 
 
19 Gid-dap papÓ!
APR Diario
L'orsetto è in dotazione. Trattasi senza dubbio di un orsetto alpinista, che peraltro Leonardo sembra aver preso subito in simpatia. Sta di fatto che metà sabato pomeriggio se n'è andata per questo acquisto: del resto, per nessun'altra ragione al mondo avrei affrontato l'inferno di un megastore Decathlon durante il weekend.
La scena è questa: papà esaltato come un bimbo col suo nuovo giocattolo, Leonardo fra l'addormentato e l'annoiato, mamma perplessa che ottimisticamente sentenzia: "Io su quell'affare non ci sarei mai salita".
Dopo aver tentato di convincere la mia schiena che il mio zaino pesa moooolto di più, mi carico infine il terremoto sulle spalle, giusto per provare.

Leonardo-terremoto si sveglia e si guarda in giro un po' stupito della sua nuova posizione. Sorride. Poi, dà un paio di pugnetti ben assestati sulla testa del suo papà e sghignazza divertito. Ed ecco qui l'inizio di una nuova carriera alpinistica: quella del papà sherpa.

La prossima settimana si fa sul serio, si parte per l'Oberland. Vi terrò informati...

12.43 del 19 Aprile 2005 | Commenti (0) 
 
10 Live from our home
APR Fotoblog
Neve d'aprile, cielo grigio. A sorpresa, panorama bellissimo attorno a noi. Ne ho fatte anche con la reflex usando uno zoom un po' pi¨ serio, ma ora che sviluppo le diapositive viene il prossimo inverno. Così, piazzo qua solo un paio di scatti fatti con la piccola digitale.
Grigna imbiancata pi¨ che a gennaio (certamente molto pi¨ di quando l'abbia salita qualche settimana fa), Monte Rosa quasi himalayano. Che si può volere di pi¨?


13.45 del 10 Aprile 2005 | Commenti (0) 
 
07 L'orizzonte da Milano
APR Segnalazioni
Bellissima l'idea, realizzazione grafica e tecnica notevoli per il progetto di Stefano Gusmeroli (il cui sito web, peraltro, è da tempo segnalato fra queste pagine), che prende virtualmente spunto da ciò che scrissi qua.
Ve lo svelo io il segreto (gliel'ho chiesto): scatta con un teleobiettivo da 400mm che, montato sulla macchina digitale, estende la focale a 600mm. Questo spiega perché la Grigna e il Monte Rosa sembrino innalzarsi, praticamente, in Piazza Duomo. Naturalmente, sono d'obbligo giornate ventose e la luce radente del primo mattino (per fotografare ad ovest), o del tardo pomeriggio (per i quadranti orientali).

Sta di fatto che lo ribadisco: Milano è più in montagna di Torino e il panorama è molto più esteso e bello. E' che bisogna saperlo.

Ora: Stefano chiede (anche) il mio aiuto per completare l'inventario delle cime. Il problema è che già ne riconosce e segnala molte più di quante io ne riesca ad identificare. Chi ha precisazioni ed indicazioni ulteriori può collaborare al progetto interagendo direttamente con le singole pagine.
01.04 del 07 Aprile 2005 | Commenti (0) 
 
07 NovitÓ
APR Prima pagina
Dal Kyrgyzstan, intendo. Seppellito inevitabilmente da eventi a noi più vicini, e certo affini, nessuno ne parla più. Così, mi chiedo se sia ancora aperto il nostro amato Adriatico Paradise, quanto sia tuttora elevato il rischio di effetto domino che noi stessi avevamo previsto tre anni fa, se brillino sempre allo stesso modo le stelle di Tash Rabat, se abbiano riaperto il posto di frontiera sulla strada per Almaty e se i nostri amici abbiano montato il solito campo al Söng Köl.

Ma, soprattutto, se Tossum abbia cambiato macchina.
00.20 del 07 Aprile 2005 | Commenti (0) 
 
Pagina successiva >>


orizzontintorno Carlo Paschetto orizzontintorno Carlo Paschetto orizzontintorno Carlo Paschetto
Copyright 2003-2017 Orizzontintorno   |   P. IVA 09609460960   |   Informazioni   |   info [at] orizzontintorno.com

Tutti i diritti riservati. I contenuti di questo sito sono licenziati Creative Commons Copyright. Orizzontintorno è un sito web di proprietà di Carlo Paschetto e non è da considerarsi in alcun modo una testata giornalistica in quanto non prevede periodicità nell'aggiornamento. Il titolare non si assume alcuna responsabilità per quanto pubblicato all'interno dei commenti del blog.

logo