Orizzontintorno Carlo Paschetto
Logo orizzontintorno Carlo Paschetto


07 Sono vecchio/5
MAG Diario
Mi capita spesso, di questi tempi, di metter piede in università.

E niente, mi sembran tutti spaventosamente giovani, troppo. Non so perché. Realizzo improvvisamente che son passati vent'anni tondi da quando mi son laureato e mi assale una vertigine abissale.

Vent'anni, cribbio. Capite?
19.12 del 07 Maggio 2010 | Commenti (0) 
 
07 Digital generation
MAG Coffee break
La domanda è: "Contando da 1 a 100, quanti sono i numeri a due cifre?"

La tipa che deve rispondere, universitaria, non lo sa. Ci sta pensando da cinque minuti (la sto cronometrando), fissando le quattro risposte possibili, e non ne viene a capo.
Peraltro, a quanto pare, non lo sa nemmeno suo fratello che è fra il pubblico.
19.07 del 07 Maggio 2010 | Commenti (0) 
 
04 Dodici mesi fa eravamo fermi ad Ufo Robot
MAG Mondo piccolo
Leonardo (6) e Carola (3) hanno scoperto casualmente gli AC/DC. Adesso in macchina non si può pi ascoltare altro e naturalmente pretendono che il wattaggio sia adeguato allo stile.
Sono certo di aver intravisto nello specchietto retrovisore Leonardo mimare gli assoli di Angus Young facendo headbanging mentre Carola lo applaudiva.

[Ora, a parte il constatare talis pater, osservo che in effetti il primo disco che io abbia comprato in vita mia è stato Made in Japan dei Deep Purple. Ma perlomeno avevo suppergiù undici anni]
19.32 del 04 Maggio 2010 | Commenti (2) 
 
03 Engine stop
MAG Running, Diario
Intanto, per la prima volta così ad occhio da quindici anni in qua, ho chiuso la stagione senza aver mai messo le pelli. A ben guardare poi, il mio ultimo vero viaggio verticale risale all'inizio di luglio dello scorso anno.
E pensare che negli ultimi due o tre anni mi ci ero rimesso d'impegno per riprendere seriamente un po' di attività.

Per non parlar poi di quelli orizzontali, di viaggi. Ma vabbè.

Intanto, ho messo una pietra sopra alla maratona di Ginevra di domenica prossima. I test delle due ultime settimane sono stati un disastro, mercoledì scorso ho addirittura piantato lì dopo soli quattro chilometri. Così ho smesso del tutto e mi son preso una pausa di qualche giorno.
Sarà il caldo che è finalmente arrivato, sarà che Milano mi ha consumato fisicamente e mentalmente molto pi di quanto credessi e che ho sottovalutato l'energia realmente spesa. Sarà che le motivazioni e l'adrenalina si son fumate del tutto dopo quel traguardo, sarà che ho altro a cui pensare, ora.
Sta di fatto che le gambe hanno all'improvviso smesso di andare e la testa di spingerle.

Trecento chilometri solo a marzo, pi di seicento da inizio anno, il vuoto spinto dopo l'undici aprile.

Pelli e scarpette nell'armadio, dunque.

Le prime dubito che vedranno la luce del sole prima del prossimo inverno. Ho l'impressione di essermi davvero infilato in un lungo sabbatico dalla mia aria sottile. Si tratta solo di capire quale, fra le tante possibili ragioni, è quella che davvero ha fatto leva.
Perché il punto, per quanto cerchi di negarmelo da mesi, è che non ne ho pi voglia. E questo mi spaventa un po'.

Le scarpette sono solo momentaneamente a raffreddare. Giusto il tempo di scaricare un po' la testa, va'. Magari per un paio di settimane. Poi si vedrà. Devo ripartire con calma, fare un passo indietro adesso, ritrovare la voglia di uscire per il solo piacere di correre un'oretta in pace alla sera due o tre volte alla settimana, senza il pensiero delle tabelle, dei chilometri percorsi, del ritmo da tenere.

I primi appuntamenti che contano sul calendario sono a settembre. C'è tempo per rimettersi a dare la scalata ad abbattere il muro delle quattro ore.
14.49 del 03 Maggio 2010 | Commenti (0) 
 
<< Pagina precedente


orizzontintorno Carlo Paschetto orizzontintorno Carlo Paschetto orizzontintorno Carlo Paschetto
Copyright 2003-2017 Orizzontintorno   |   P. IVA 09609460960   |   Informazioni   |   info [at] orizzontintorno.com

Tutti i diritti riservati. I contenuti di questo sito sono licenziati Creative Commons Copyright. Orizzontintorno è un sito web di proprietà di Carlo Paschetto e non è da considerarsi in alcun modo una testata giornalistica in quanto non prevede periodicità nell'aggiornamento. Il titolare non si assume alcuna responsabilità per quanto pubblicato all'interno dei commenti del blog.

logo