Orizzontintorno Carlo Paschetto
Logo orizzontintorno Carlo Paschetto


21 Tweets
GEN
Follow thinkice_it on Twitter 16:56:17 I just became the mayor of Nuovo Campo Base on @foursquare! http://4sq.com/i7wl4L

16.56 del 21 Gennaio 2011 | Commenti (0) 
 
21 Quarantasei a parte
GEN Spostamenti
Aver l'ufficio sopra alle baie di carico e scarico mi ricorda Arlon. Quante notti passate in Ardenne fra i TIR in coda alle baie, e bancali, e muletti che corrono, e camionisti che dormono nell'attesa, fumano, scambian due parole, e sono ormai più di quattro anni, a pensarci. Mi pare una vita e in qualche modo lo è.
Così le finestre della scrivania alla quale son seduto ora si affacciano ancora sulle baie, ma sono al di qua delle Alpi adesso, ho montagne attorno, e cime innevate, e vertiginose e leggendarie pareti concave che strapiombano sulle acque del lago, e la luce, a tratti, sembra proprio quella delle Ardenne.

Arco, invece.

Di sera sto a Riva. Da Arco è distante solo un paio di chilometri, per non dire che son proprio attaccate, ed è strano essere a Riva d'inverno, perché non c'è un'anima in giro che sia una, le luci son tutte spente, negozi, alberghi, ristoranti, locali, son tutti chiusi, e persino le finestre dei palazzi son buie quasi ovunque.
Ed è proprio così che amo questo posto: buio, vuoto e spento. Silenzioso. Così silenzioso che alle dieci di sera, rientrando a piedi in albergo - uno dei due o tre soli rimasti aperti per la stagione invernale - ascolto l'eco dei miei passi rimbombare per le vie e le piazze di Riva, e sono solo, completamente solo, irrimediabilmente ed inesorabilmente solo a camminare sul lungolago. Io e quelle due anatre che, anche a quest'ora, han qualcosa da starnazzare.
Poi il rumore sordo delle onde contro il molo e null'altro attorno. Lo amo così questo posto.

Arco05
Arco06
Arco07
Arco02
Arco03
Arco04
Riva del Garda

E mi fa impressione pensare a poco più di un anno fa, quando proprio qui corsi una delle mie mezze più belle, e la gran folla che c'era lungo il percorso, e qui in piazza alla partenza, questa stessa piazza che adesso attraverso nel silenzio assoluto invernale. Mi vedo come fosse ieri corricchiare al mattino presto sulla riva, per scaldarmi, ai margini della piazza, mentre l'area della partenza va via via affollandosi di concorrenti, ed io aspetto ancora un po' ad entrare in griglia, ché voglio concentrarmi e riscaldarmi ancora un po'.
Sono ancora qui. E tornerò anche a scrivere del correre, presto, ma non ora.

Del resto, nella camera del mio primo albergo, guarda un po', dormo sotto a questo:

Arco01

Non è male il Parc Hotel Flora, come non può essere male essere gli unici ospiti ed avere a disposizione per se stessi un intero (bell')albergo a quattro stelle, in una località di villeggiatura, sulla riva del lago, circondati da montagne innevate.
Il secondo giro l'ho fatto al Luise, che per certi versi è meglio. E' un po' più centrale e c'è pure il wifi gratuito, ma le camere, pur belle come quelle del Parc Hotel Flora, son più piccole, la tv non va al di là di teleberlusconi e ZDF, è un po' più frequentato (ho contato almeno altri tre ospiti) - dunque un po' troppo affollato per i miei gusti, perlomeno stonato col resto del panorama attorno. Insomma, mi sa che la prossima settimana torno al Flora.

Fra tre mesi qui cambierà tutto, all'improvviso. Dovessi esserci ancora, credo mi piacerà altrettanto. Quel che è certo, se faccio una rapida carrellata, direi ad occhio che questo sia il posto più bello dove abbia lavorato in più di vent'anni di carriera.

E poi io amo avere le finestre dell'ufficio che si affacciano sulle baie. Mettici pure le montagne innevate attorno.

Arco08

Buon compleanno, C.
TAG: arco di trento, riva del garda
01.58 del 21 Gennaio 2011 | Commenti (3) 
 
19 Tweets
GEN
Follow thinkice_it on Twitter 13:28:45 Leggo l’Adige, giusto per calarmi come solito nell’atmosfera autoctona.

13:43:42 Sull’Adige Berlusconi è solo in quarta pagina e nello sport si parla dei raduni di scialpinismo. Credo che non tornerò mai più da voi.

13.28 del 19 Gennaio 2011 | Commenti (0) 
 
18 Sfiancati
GEN Prima pagina, Mal di fegato, Politica

"La dismisura eretta a regola di vita, la concezione del rapporto tra uomo e donna, uniti insieme danno forma ad un permanente abuso di potere che macchia le istituzioni e offende lo Stato"...


[Il Post e Repubblica, fra dozzine di altri]

TAG: berlusconi, politica, governo, italia
16.50 del 18 Gennaio 2011 | Commenti (3) 
 
16 Tweets
GEN
Follow thinkice_it on Twitter 16:37:50 Progetto 110 (@ Biella Piazzo) http://4sq.com/dHHXhY

16:39:46 Progetto 110 (@ StazioneCucco) http://4sq.com/hORz1H

17:19:01 Santuario di Oropa, progetto 110. (@ Oropa) http://4sq.com/hRrU9A

18:44:08 Aperitivo biellese! (@ Glamour) http://4sq.com/fTZiNx

19:28:09 I’m at Via Italia http://4sq.com/hsUZyJ

21:15:40 I just unlocked the "Crunked" badge on @foursquare! http://4sq.com/ieocfY

22:32:34 I just unlocked the "Superstar" badge on @foursquare! http://4sq.com/ePrsL1

16.37 del 16 Gennaio 2011 | Commenti (0) 
 
14 Tweets
GEN
Follow thinkice_it on Twitter 09:31:59 I just unlocked the "Super Mayor" badge on @foursquare! http://4sq.com/fBz2b7

09:31:59 I just became the mayor of Aquafil on @foursquare! http://4sq.com/eebIhm

15:07:34 Credevo parlassero ungherese. Invece sono di Atlanta.

15:59:05 I just became the mayor of A22 Affi on @foursquare! http://4sq.com/hr8FtZ

17:57:24 I just ousted Lorenzo C. as the mayor of A4 Milano - Venezia Highway on @foursquare! http://4sq.com/d7RalJ

09.31 del 14 Gennaio 2011 | Commenti (0) 
 
13 Trasferte surreali/1
GEN Spostamenti
Mi trovo ad Arco di Trento, bloccato in mezzo ad una rotonda da un gregge di pecore piuttosto consistente. E fin qui.

Il punto è che una pecora sta insistentemente cercando di suicidarsi sotto alla mia auto, mentre il caprone sta prendendo a cornate decise la fiancata dell'Audi in coda davanti a me.

Nel tentativo di distrarmi, constato che è una giornata bellissima, il lago di Garda è uno specchio, le pareti di Torbole fan sempre paura e le montagne attorno son tutte imbiancate.
TAG: arco di trento
15.02 del 13 Gennaio 2011 | Commenti (0) 
 
11 Di ritorno a valle (Tirano, eccetera)
GEN Spostamenti
Direi che nonostante i meno dieci di media anche questo inizio d'anno ce la siamo cavata egregiamente, con tanto di nuova stelletta d'argento per Leonardo che, sette anni fra un paio di giorni, ormai fa l'occhio ai pali e alla fresca con una certa eleganza, ed un clamoroso esordio di Carola, tre emmezzo, che al suo debutto ufficiale con un paio di assi dotate di veri attacchi infila addirittura un paio di stellette di bronzo in un colpo solo, affrontando impianti e piste di tutti i colori come non avesse mai fatto altro nella sua vita.

Dario, il maestro baffone, congratulandosi le appunta il distintivo di Ermellino sulla giaccavento e lei si illumina tutta orgogliosa, scuotendo le sue nuove orecchie da dalmata attaccate al casco. Adesso possiamo finalmente far davvero il trenino: papà locomotiva, Carola minitender, Leonardo vagone passeggeri a chiudere, e pistaaaa! please (in realtà per il momento la formazione è: papà cameramen in testa costretto a sciare all'indietro per riprendere, Leonardo locomotiva e Carola minitender che vien giù pacifica cantando, seguendo perfettamente la scia che le traccia il fratellone, curva dopo curva).

Posso quasi andare in pensione.

Isolaccia1
Tirano1
Isolaccia, Valdidentro (SO)

Sulla strada del rientro c'è al solito da affrontare lo snervante attraversamento di Tirano, paese che su di me ha sempre esercitato uno strano fascino, forse per via del suo particolare essere un po' fuori dal mondo pur conservando il ruolo di importante nodo geografico e logistico transalpino.

Tirano non è particolarmente bella, anzi. Anzi niente, a dir la verità, perché tutto sommato, per quante decine e decine di volte l'abbia attraversata in vita mia, non ricordo di essermici mai fermato più del tempo necessario a smaltire la tradizionale ed inevitabile coda infinita per scavacarla.
C'è però quella piazza rotonda attraversata dai binari della ferrovia e dalla statale 38 dello Stelvio che dopo aver risalito la Valtellina verso nord per decine di chilometri, proprio lì in centro a Tirano, sfruttando la rotatoria, piega di colpo ad est , e lo fa solo per poco, perché appena fuori dall'abitato riprende la direzione precedente fin su a Bormio.
In mezzo alla rotonda la statale 38 e i binari si incrociano senza passaggio a livello: c'è solo il semaforo a segnalare l'eventuale transito del treno. Qui si incontrano le ferrovie italiane e le leggendarie Ferrovie Retiche, la cui rete termina (o inizia) proprio a Tirano. Sono i famosi trenini rossi svizzeri, per intenderci, quelli che arrivano a Sankt Moritz e a Davos. La stazione di partenza è poco distante dalla rotonda. Se volete andare a sciare in treno a Sankt Moritz è a Tirano che cambiate, qualunque sia la vostra provenienza. Auguratevi che il vostro treno italiano sia puntuale, perché quelli elvetici, come ben immaginate, non sgarrano un minuto e non vi aspettano certo.

Dalla rotonda di Tirano, oltre alla statale 38 che porta verso i grandi passi alpini dell Stelvio e del Gavia, si diparte anche la cantonale 29 che sale attraverso la valle di Poschiavo verso il bellissimo passo del Bernina e che porta in Engadina, diritta a Sankt Moritz.
La frontiera fra Italia e Svizzera è qualche centinaio di metri a nord della piazza, lungo la cantonale che, qui in mezzo a Tirano, si chiama non a caso viale Elvezia, mentre la statale 38 si chiama ovviamente viale Italia.
Se sei in coda in mezzo alla rotonda, guidando verso Bormio, hai le bandiere e il posto di confine alla tua sinistra e sfiori il filo di frontiera per qualche metro. A Leonardo e Carola piace molto questo gioco.

Non c'è che dire, Tirano è un luogo di frontiera. Sarà anche perché la Val Poschiavo è in fondo poco frequentata e nota, ché chi sale a Sankt Moritz ed in Engadina lo fa di solito entrando da Chiavenna, o da Innsbruck, o da altre parti. Piuttosto da Livigno. Da Tirano difficile che ti venga in mente, se non per via del treno.

Il passo del Bernina, svetta in cima alla Val Poschiavo, ad oltre duemilatrecento metri, proprio sopra a Tirano: è uno dei luoghi che posso tranquillamente etichettare come "casa" per quanto lo abbia frequentato e conosca bene queste zone (sci)alpinisticamente parlando e non solo, come in fondo l'Engadina tutta ed il Bernina stesso, del quale si è raccontato spesso in questo blog. Anche per questo Tirano, in qualche modo, è parte di me pur non essendomici mai davvero fermato prima. Tirano mi appartiene come mi appartengono Aosta e Trento, in fondo.

E insomma, nulla. Tutto questo per dire che l'altroieri ero al solito in coda a Tirano durante il rientro a casa, proprio lì in attesa di immettermi nella rotonda, e per l'ennesima volta mi son trovato sotto a 'sto campanile che, a guardarlo bene, mica tanto insignificante è. Così mi son detto sai che c'è, mo' lo fotografo col cellulare approfittando del fatto che son qui fermo in macchina e lo bloggo, poi vado su Wiki a veder che è.

Be', è il Santuario della Madonna di Tirano ed è il monumento religioso più importante della Valtellina. Così, tanto per dire.

Isolaccia2
Santuario della Madonna di Tirano (SO)
TAG: isolaccia, valdidentro, tirano, statale 38, valtellina
17.15 del 11 Gennaio 2011 | Commenti (0) 
 
11 Fa anche la coda alle casse?
GEN Coffee break
Devi farne di checkin, caro, prima di soffiarmi la mayorship.

B-Gigante
12.09 del 11 Gennaio 2011 | Commenti (0) 
 
08 Tweets
GEN
Follow thinkice_it on Twitter 13:09:06 Ristorante: genitori fanno mangiare figlio piccolo su seggiolone tenendogli il notebook aperto davanti con i cartoni animati. Terminateli.

13:30:32 Io ve lo dico: a me fa schifo la scarpetta, e ancor più vederla fare, soprattutto al ristorante.

13:37:38 E quelle che si ravanano i denti con lo stuzzicadenti.

14:20:41 I just became the mayor of Maiolani Ski Service on @foursquare! http://4sq.com/enXGVB

15:11:24 Ma tipo vivere a Tirano?

16:01:50 I just became the mayor of Strada statale 38 dello Stelvio on @foursquare! http://4sq.com/h4WHXi

16:01:50 Peggio della A4 c’è solo la Valtellina. (@ Strada statale 38 dello Stelvio) http://4sq.com/dSXkWx

17:39:39 I just became the mayor of Strada statale 36 del Lago di Como e dello Spluga on @foursquare! http://4sq.com/gUZW8e

13.09 del 08 Gennaio 2011 | Commenti (2) 
 
<< Pagina precedente Pagina successiva >>


orizzontintorno Carlo Paschetto orizzontintorno Carlo Paschetto orizzontintorno Carlo Paschetto
Copyright 2003-2017 Orizzontintorno   |   P. IVA 09609460960   |   Informazioni   |   info [at] orizzontintorno.com

Tutti i diritti riservati. I contenuti di questo sito sono licenziati Creative Commons Copyright. Orizzontintorno è un sito web di proprietà di Carlo Paschetto e non è da considerarsi in alcun modo una testata giornalistica in quanto non prevede periodicità nell'aggiornamento. Il titolare non si assume alcuna responsabilità per quanto pubblicato all'interno dei commenti del blog.

logo