Orizzontintorno Carlo Paschetto
Logo orizzontintorno Carlo Paschetto


21 Cinquantatré
GEN Diario
E dieci chilometri spesi bene.

531
532
533
534


(Avevo scritto un post lungo sul senso della vita, il tempo perduto che non mi restituirà nessuno, la fine delle illusioni, delle speranze e delle fantasie impossibili da trasformare in realtà, la necessità di alleggerirsi e lasciarsi alle spalle le utopie e tutto quel che non esiste. E niente, ho cancellato tutto e ho cucinato per me, per i ragazzi, i loro amici e un mio amico.)
TAG: compleanno, cucina
21.50 del 21 Gennaio 2018 | Commenti (0) 
 
17 Una (breve) vacanza in Italia
GEN Spostamenti, Centodieci
Questo è un post vecchio di un anno e mezzo, che avevo iniziato a scrivere nell'autunno del 2016 al rientro da una settimana a zonzo per capoluoghi nella quale avevamo infilato Mantova, Ravenna, Forlì e Cesena, Pesaro e Urbino, Siena, Arezzo e Prato, oltre a fare una sosta anche a Chioggia e a visitare il delta del Po.
È stata l'ultima occasione di aggiornamento del Progetto 110, che da allora è fermo. Nella primavera dello scorso anno avevamo programmato qualche giorno in Sardegna per piantare la bandierina in due o tre capoluoghi nuovi, ma purtroppo all'ultimo momento dovemmo cancellare la partenza per via di un imprevisto.

Il post qua sotto è rimasto dunque piantato a metà per tutto questo tempo, sepolto dentro l'infinita to do list di Orizzontintorno. Non sono mai riuscito a finirlo, non ho mai poi scritto il travel log di quei giorni, né aggiornato l'archivio fotografico con le immagini dei sette nuovi capoluoghi.
Ormai è superato dagli eventi, ma lo pubblico così come mi era rimasto in bozza, incompiuto, per lasciare traccia nel blog della rotta seguita in quello scorcio di fine estate. Le foto invece prima o poi finiranno nel mio archivio su SmugMug, insieme a tutte le altre.


***

Settembre 2016

Negli ultimi ventisette anni mi è capito solo due volte di trascorrere un intero anno senza volare. Capitò nel 2004, quando nacque Leonardo e prima ancora nel '92, l'anno della naja. Sono invece quasi certo che da più di trent'anni non mi sia mai capitato di lasciarne passare uno senza attraversare almeno una frontiera.
Il 2016 quasi certamente si chiuderà senza che sia salito su un aereo, né abbia attraversato una frontiera, nemmeno per andare a mangiare il gelato a Lugano. Però ho una casa che amo moltissimo.

In questa estate che sta ormai scivolando via senza voli e frontiere (e chissà per quanto tempo ancora), nella quale è saltato pure il nostro tradizionale campo in Valnontey per colpa dell'ennesima e inutile scommessa professionale irrimediabilmente persa, ho però camminato moltissimo, ho trascorso una breve pausa di serenità coi ragazzi nel consueto buen retiro dell'Elba e infine, la settimana di ferragosto, lei ed io siamo saliti in macchina e abbiamo improvvisato un piccolo giro in Italia a caccia di capoluoghi per il Centodieci, e non solo.

Così ho viaggiato in Italia. Era tantissimo che non mi capitava, perlomeno di non farlo per lavoro o per un tempo più lungo di un weekend. Di viaggiare davvero in casa.
Ora, come di regola dovrei buttar giù qualche post a corredo del Progetto 110, anche perché abbiamo infilato ben sette nuovi capoluoghi. Per la verità avrei anche parecchio da scrivere del nuovo micro-progetto che ho messo in pista, grazie al quale sto camminando chilometri e chilometri in giro per Milano - non avete idea di quanto abbia camminato negli ultimi mesi.

Però ho bisogno di tempo e tranquillità per scrivere. Ho anche milioni di fotografie su cui mettere le mani e fra l'altro sto anche raccontando altrove, giorno per giorno, il viaggio in Asia del 2002, e contemporaneamente rimettendo a posto l'intero archivio fotografico.
[...]

Agosto110-1
Itinerario del giro di ferragosto 2016
Agosto110-2
Stato del Progetto 110
TAG: Italia, Siena, Pesaro, Urbino, Mantova, Ravenna, Forlì, Cesena, Prato, Arezzo
15.00 del 17 Gennaio 2018 | Commenti (0) 
 
07 Shots from my world
GEN Viaggi verticali, Fotoblog, Diario
E anche quest'anno lo abbiamo iniziato in Valchiavenna, nel nostro consueto rifugio di Campodolcino, che assieme all'Elba e a Valnontey disegnano un po' i punti cardinali della mia vita coi ragazzi.

È stata una settimana di neve, più degli ultimi due anni, ma non quell'esagerazione che ci si poteva aspettare, e finalmente di ritorno sugli sci a tempo pieno, con cuore, gambe e polmoni ritrovati dopo lo sventurato 2017, che oltre ai miei problemi di salute era iniziato con Carola sulle stampelle e di conseguenza, per la prima volta in assoluto, niente sci coi ragazzi per tutto l'anno e l'intera stagione praticamente saltata a piè pari, con la sola esclusione di un weekend da solo a marzo rubato apposta per non rimanere del tutto a secco e mettere almeno alla prova l'effetto dei betabloccanti.

Due anni dopo eccoci di nuovo qui: li ritrovo in forma smagliante, Carola per fortuna si è completamente lasciata alle spalle l'infortunio dello scorso anno senza nessuna conseguenza psicologica e ormai vanno entrambi più di me, sicuramente molto più di quanto andassi io alla loro età.
Li guardo scivolar via velocissimi, sicuri e felici, perfettamente a loro agio in mezzo alla nebbia e alla nevicata insistente, col ghiaccio e con la neve fresca, e sono orgoglioso del lavoro fatto in questi anni, di essere riuscito a trasmettere loro qualcosa di ciò che più mi appartiene, di condividerlo insieme.
Cerco di star loro dietro per quel che ancora posso, ma è quasi tempo di ritirarmi in baita davanti a un piatto di polenta e salsicce e lasciare che raccolgano il testimone di quella che per tutta la vita è stata la mia più grande passione. L'unica condizione che mi sia da sempre perfettamente appartenuta, come una seconda pelle.
La mia aria sottile.

madesimo2018-01
madesimo2018-02
madesimo2018-03
madesimo2018-04
madesimo2018-05
madesimo2018-06
madesimo2018-07
madesimo2018-08
madesimo2018-09
madesimo2018-10
TAG: madesimo, valchiavenna, campodolcino, sci, montagna
17.49 del 07 Gennaio 2018 | Commenti (0) 
 
02 #Newyearsday 2018 in Fraciscio, Valchiavenna
GEN Diario, Fotoblog, Viaggi verticali
Eravamo forse dieci anime, qualche grado sotto zero, una manciata di stelline scintillanti e un po' di neve per tenere in fresco bottiglie e bicchieri.
(Quasi) tutto quel che serve per iniziare un anno nuovo in serenità.

fraciscio1
fraciscio2
fraciscio4
Capodanno 2018 a Fraciscio, Valchiavenna
TAG: capodanno, valchiavenna, fraciscio
23.32 del 02 Gennaio 2018 | Commenti (0) 
 


orizzontintorno Carlo Paschetto orizzontintorno Carlo Paschetto orizzontintorno Carlo Paschetto
Copyright 2003-2018 Orizzontintorno   |   P. IVA 09609460960   |   Informazioni   |   info [at] orizzontintorno.com

Tutti i diritti riservati. I contenuti di questo sito sono licenziati Creative Commons Copyright. Orizzontintorno è un sito web di proprietà di Carlo Paschetto e non è da considerarsi in alcun modo una testata giornalistica in quanto non prevede periodicità nell'aggiornamento. Il titolare non si assume alcuna responsabilità per quanto pubblicato all'interno dei commenti del blog.

logo