Orizzontintorno Carlo Paschetto
Logo orizzontintorno Carlo Paschetto


26 From Paris with love
AGO Mal di fegato, Spostamenti
Più ci penso e più non ci dormo la notte. Cioè, ci penso da anni ormai, ma questa volta ho quasi sbroccato di brutto, non fosse altro per la stanchezza ed il jet lag.

Nel senso: ma perché all'aeroporto di Parigi (ma avrebbe potuto essere ovunque altro nel mondo, ormai), davanti al metal detector, devo aprire *tutta* la valigia e svuotarla per tirar fuori la macchina fotografica reflex e farla passare separatamente (così come peraltro chiedono da tempo di fare anche con i pc portatili), considerando a corollario che:

a) sono in transito: mi hanno già controllato a Seoul;
b) la macchina a raggi X è appunto una macchina a raggi X; l'hanno inventata proprio per non far aprire inutilmente le valigie;
c) potrei non avere affatto piacere, in generale, ed aver pure il diritto a che la gente intorno non veda e non sappia cosa trasporto in valigia: dalle mie mutande sporche, al campionario di vibratori, alle riviste gay sadomaso, alla coperta di Linus;
d) la regola vale per le reflex, ma *non* per le macchine fotografiche compatte;
e) la regola vale per le reflex (e per i computer portatili), ma non per qualunque altra apparecchiatura elettronica, una per tutte i telefoni cellulari;
f) la regola vale per le reflex, ma non per gli obiettivi delle reflex;
g) e infine, porcaccio giuda maledetto: una volta a bordo, siccome viaggio in business, mi danno di standard non uno, ma DUE coltelli d'acciaio, perché secondo loro mica posso mangiare senza il coltello per la frutta, vi pare?

Per cui la domanda agli omini in divisa, d'oltralpe nella fattispecie, per forza ad uno gli viene poi inevitabile: ma siete solo idioti o semplicemente stronzi?
TAG: aeroporti, sicurezza
19.42 del 26 Agosto 2010  
 
4 commenti pubblicati
Qualcuno ha mai trovato un aereoporto al mondo, oltre a Milano Orio (Bergamo per quelli della mia generazione) dove venga richiesto di accendere il PC? E di spegnerlo solo all'apparire della schermata iniziale di Windows?
L'ha detto Ric, 27 agosto 2010 alle 17.23
Sì Ric, a me lo han chiesto spesso, ad esempio in Polonia, e se non sbaglio mi è capitato anche a Lussemburgo. Negli States, poi, credo sia tutt'altro che raro. Il che è ancor più surreale: che succede se viaggi con la batteria scarica?
L'ha detto Carlo, 27 agosto 2010 alle 17.36
Machissenegrega di tutto questo. Il sottoscritto ha dovuto lasciare 2 bottiglie di Vodka e 2 di vino del caucaso alle guardie di Francoforte.
Le suddette bevande erano state acquistate al Duty Free di Mosca dopo aver superato gli N controlli di Mosca, avevo tutte le ricevute d'acquisto, erano sigillate, ero solo in transito etc etc... li mortacci loro
L'ha detto gianni, 30 agosto 2010 alle 15.48
Anche nel Regno Unito è indispensabile tirare fuori il netbook dalla valigia, con tutto ciò che ne consegue (esposizione di biancheria sporca, fuoriuscita di cavetti, cinghie del trolley, pacchetti con souvenir per i parenti ecc. con scena fantozziana per richiudere il tutto dopo il controllo), ma MAI mi hanno chiesto di accenderlo, in nessun aeroporto. Eppure io diligentemente mi preoccupo sempre di caricare la batteria (non si sa mai). A che serve tirarlo fuori dalla valigia? Mai capito.
L'ha detto L., 2 settembre 2010 alle 12.38


Inserisci un commento
Nome
Commento
E-mail
Sito web
Controllo CAPTCHA Image
Altra immagine


orizzontintorno Carlo Paschetto orizzontintorno Carlo Paschetto orizzontintorno Carlo Paschetto
Copyright 2003-2017 Orizzontintorno   |   P. IVA 09609460960   |   Informazioni   |   info [at] orizzontintorno.com

Tutti i diritti riservati. I contenuti di questo sito sono licenziati Creative Commons Copyright. Orizzontintorno è un sito web di proprietà di Carlo Paschetto e non è da considerarsi in alcun modo una testata giornalistica in quanto non prevede periodicità nell'aggiornamento. Il titolare non si assume alcuna responsabilità per quanto pubblicato all'interno dei commenti del blog.

logo