Orizzontintorno Carlo Paschetto
Logo orizzontintorno Carlo Paschetto


11 Taglio e messa in piega
OTT Lavori in corso, Web e tecnologia
E' un pezzo che non scrivo qua dentro, più o meno da quando son rientrato dal Caucaso. Qualcosa nel cassetto, che rimando da giorni, ce l'ho, ma son cose futili, roba mia che non so dove altro mettere. Magari, dopo questo, provo a fare un po' d'ordine negli appunti.
Nel frattempo, con la complicità del solito Federico - che fa quel che io non so più fare ormai da tempo immemorabile, ossia tradurre in formato web quel che mi gira per la testa - con la complicità di Federico, dicevo, ho messo le mani nella manutenzione di Orizzontintorno, la cui attuale veste ha scollinato abbondantemente l'anno d'età: superato da un pezzo il periodo di collaudo, è venuto il tempo di dar qualche scalpellata di rifinitura qua e là.
I lavori sono tutt'ora in corso, nemmeno troppo dietro le quinte per la verità, ché ad esempio la sezione video è in fase di rimaneggio totale: non sappiamo proprio come farla in modo decente, procediamo a tentoni. Non che i relativi contenuti siano degni di nota, per carità, ma poiché nel corso degli ultimi viaggi ho indegnamente fatto lavorare un po' più del solito la videocamera dello smartphone, più per ragioni di memoria personale che altro, si vorrebbe qui fare un po' d'ordine conseguente.
Di altri piccoli interventi cosmetici non si accorgerà verosimilmente mai nessuno e dunque sorvolo direttamente.

Quel che invece sta cambiando rapidamente, negli ultimi tempi, sono la gestione della mia presenza in Rete e il mio approccio ai social network vari, l'ultimo aggiornamento in merito al quale avevo raccontato qualche mese fa. Ho dunque modificato di conseguenza anche l'integrazione dei miei vari webstream con questo blog.

Ho innanzitutto dato una sforbiciata ad alcuni account che, di fatto, non utilizzavo da tempo, e a registrazioni a servizi che non mi avevano mai convinto del tutto: primo, dunque, semplificare la mia identità on-line e dar meno roba in pasto all'indicizzazione di Google, che comunque, come regola, va sempre bene.
Non esisto dunque più né su iLike, né su Delicious (che ha onorevolmente svolto il suo compito per qualche anno, ma che ho egregiamente sostituito con Diigo), né, soprattutto, su Tumblr, che davvero non mi aveva mai catturato.
Sto seriamente pensando di rinunciare anche a Google reader: ormai praticamente tutti i feed ai quali sono iscritto fan capo a contenuti che vengono distribuiti dai relativi autori su mille altre piattaforme e dunque ho generalmente accesso ai medesimi post via Twitter, Google plus e Friendfeed.
Proprio sulla sovrapposizione ed integrazione di questi tre account mi sono fra l'altro soffermato.

Friendfeed sta francamente diventando un luogo sempre più infrequentabile, perlomeno per gente con poca inclinazione alle discussioni da condominio e da bar dello sport. Un anno e rotti fa, quando mi ero iscritto, cercavo un'alternativa efficiente a Delicious e a Twitter per la condivisione di contenuti generici con gli amici: un luogo dove segnalare link, articoli, foto ed altro materiale trovato in giro, che si prestasse ai commenti (dunque non Delicious) e che contemporaneamente mi permettesse di indirizzare questo genere di dialogo al di fuori del blogging tradizionale (quindi senza utilizzare il blog di Orizzontintorno, o Twitter).
Oggi con Google plus soddisfo questo requisito in modo molto più efficace: quasi tutte le persone con cui ho piacere di condividere contenuti hanno sia l'account su FriendFeed, sia su G+, e dunque non c'è ragione, per me, di continuare ad usare il primo, perlomeno con lo scopo originario.
Di conseguenza ho sganciato definitivamente il widget di Friendfeed dal blog di Orizzontintorno, ho lucchettato l'account, chiudendolo così all'indicizzazione dei motori di ricerca, e ho trasferito su Google plus il mio stream di condivisione contenuti. Mi piace di più la gente che lo frequenta, mi piaccion di più le discussioni, gli amici che avevo su FriendFeed son quasi tutti anche lì e, non ultimo, non c'è (ancora) la maniacale proliferazione di gattini fra le palle. L'unico neo, a voler ben vedere, è l'impossibilità (per ora?) di poter integrare dentro ad Orizzontintorno un widget con il flusso di G+ in modo analogo a quanto accadeva con FriendFeed, ma pazienza.
Credo a questo punto che a breve cancellerò anche l'account di FriendFeed. Tuttavia, per il momento lo uso - mio malgrado - come luogo di cazzeggio e discussioni da ascensore. Cercando di filtrare perlomeno i gattini.

Nella pagina del blog di Orizzontintorno il posto del widget di FriendFeed è ora occupato da quello analogo di Twitter. Sto tornando al mio primo amore: ho sempre amato il microblogging nello stile di Twitter ed un'altra delle ragioni per cui invece mi sono disaffezionato del tutto a FriendFeed è la recente impossibilità di indirizzare i contenuti di quest'ultimo su Twitter, come invece si poteva fare fino a qualche mese fa. Anche il percorso inverso è ora possibile solo utilizzando plugin di terze parti, come Advanced Tweets.
Insomma: da una parte FriendFeed sembra ormai più una nave alla deriva priva di timone, dall'altra Twitter e G+ sono ora facilmente integrabili e dunque, per quel che mi riguarda, posso riversare in modo selettivo il flusso di G+ dentro a quello di Twitter e da lì nella pagina di Orizzontintorno. Esattamente quel che voglio.
Di più: ho eliminato l'indirizzamento dei miei tweet all'interno della cronologia del blog di Orizzontintorno, come siete stati abituati a vedere fino a ieri. I tweet rimangono ora confinati nel widget a lato e non si inseriscono più nel flusso del blog, a meno di occasioni speciali che posso opportunamente filtrare (ad esempio, quando sono in viaggio e il microblogging via Twitter diventa, di fatto, il mio blog principale). Niente più retweet, né messaggi di Foursquare rimbalzati su Twitter e da lì al dentro al blog di Orizzontintorno.
La pagina del blog torna ad essere pulita e riservata solo ai post lunghi, nativi di Orizzontintorno, come questo.

Infine, mantengo il profilo professionale su LinkedIn, sempre sganciato dalle integrazioni con altri social network.
TAG: friendfeed, twitter, google plus
09.09 del 11 Ottobre 2011  
 
2 commenti pubblicati
si, va bene tutto, io però resto all'antica: aggrappato a Orizzontintorno
L'ha detto gianni, 12 ottobre 2011 alle 21.49
Ottime scelte, come sempre molto motivate. Anch'io sto sperimentando l'integrazione tra G+ e Twitter che funziona bene dai miei PC principali, molto meno da iPad e dai PC occasionali e condivisi (non pochi peraltro) che utilizzo. Su iPad, grazie ad Hoot Suite riesco a gestire bene i due account (italiano ed inglese) di Twitter, qualche occasionale post (link interessanti di solito) su LinkedIn e il cross posting su FB. Anch'io chiuderò a breve l'account ff (che ho frequentato ben poco) Per un po' non prevedo di fare grandi cambiamenti
L'ha detto Mario Mantovani, 13 ottobre 2011 alle 23.02


Inserisci un commento
Nome
Commento
E-mail
Sito web
Controllo CAPTCHA Image
Altra immagine


orizzontintorno Carlo Paschetto orizzontintorno Carlo Paschetto orizzontintorno Carlo Paschetto
Copyright 2003-2017 Orizzontintorno   |   P. IVA 09609460960   |   Informazioni   |   info [at] orizzontintorno.com

Tutti i diritti riservati. I contenuti di questo sito sono licenziati Creative Commons Copyright. Orizzontintorno è un sito web di proprietà di Carlo Paschetto e non è da considerarsi in alcun modo una testata giornalistica in quanto non prevede periodicità nell'aggiornamento. Il titolare non si assume alcuna responsabilità per quanto pubblicato all'interno dei commenti del blog.

logo