Orizzontintorno Carlo Paschetto
Logo orizzontintorno Carlo Paschetto


29 Qualche minuto di grado a nordovest
OTT Diario
Sono passati quasi sei anni. Questa sera ho inviato la raccomandata per la disdetta del contratto di affitto, per la verità qualche giorno prima che ci siano tutte le firme necessarie ad azzerare quasi del tutto il rischio di rimanere senza casa, ma tant'è non volevo scollinare la fine del mese.
E così, a quanto pare, il 1° maggio 2016 lascerò questa casa e mi chiuderò un'altra porta alle spalle, la quarta della mia vita adulta, senza contare quelle da trasfertista altrove. Diciamo perlomeno contando quelle dove ho stabilito la mia residenza ufficiale per i documenti.

Mi dispiacerà andarmene. Ho amato moltissimo questa casa, l'ho sentita davvero mia, sebbene in realtà non lo sia mai stata davvero. Nemmeno i mobili sono miei qua dentro. Ma è una casa dove ho vissuto uno dei periodi più importanti e difficili della mia vita, una casa che mi ha accolto stagione dopo stagione col suo calore, il suo silenzio, il suo verde attorno, la sua luce bellissima ovunque, le sue grandi finestre, la terrazza dove ho imparato (be', più o meno) a far crescere dei fiori, il suo letto scricchiolante e questo maledetto divano blu sfondato che ho sempre odiato e che certo non rimpiangerò, tanto che ho iniziato a pensare di cambiar casa solo per cancellarlo dalla mia vita, e che però è il primo posto dove mi sia seduto quando ho messo piede per la prima volta fra queste mura, con Leonardo, una fredda sera di fine gennaio.
Il 9 febbraio del 2010 arrivai con cento scatoloni pieni solo di libri, vestiti e cianfrusaglie. Il 1° maggio del prossimo anno me ne andrò più o meno con gli stessi scatoloni, porterò via la lavatrice e la tv che comprai i miei primi giorni qua, un paio di quadri e qualche bottiglietta di sabbia in più, ché nel frattempo questi anni ho viaggiato parecchio, un iMac nuovo e un paio di ventilatori a colonna, anche se dove andrò, per la prima volta in vita mia, avrò l'aria condizionata.
Le librerie Ikea credo invece che le abbandonerò, come al solito, come sempre: il post sulle librerie Ikea che non è vero che te le porti dietro di casa in casa l'ho già scritto anni e anni fa.
I prossimi sei mesi saranno molto impegnativi e intensi, l'ho già scritto, ma giusto per ricordarmelo e iniziare a raccattare energie in giro.
Più che altro non disperderle.

Dopo anni e anni mi sono finalmente deciso e ho fatto la risonanza, e niente: un paio di moderate protrusioni in L4-L5 sx e L5-S1 dx, nessuna ernia. Quindi la verità è che la mia schiena sta molto meglio di quanto abbia creduto in questi ultimi anni. Devo solo prendermi cura di me stesso, quella cura che da quando mi sono trasferito qui ho invece trascurato del tutto.
Ero impegnato in altro. Dal nuovo indirizzo si può arrivare correndo direttamente all'ingresso del parco. Me lo segno qua come appunto, sai mai.
Anche se il mio giro da Oreno e per i campi dietro Cascina Bruno a me piaceva molto, in realtà.
TAG: casa, diario, trasloco
23.57 del 29 Ottobre 2015  
 
Non ci sono commenti a questo post


Inserisci un commento
Nome
Commento
E-mail
Sito web
Controllo CAPTCHA Image
Altra immagine


orizzontintorno Carlo Paschetto orizzontintorno Carlo Paschetto orizzontintorno Carlo Paschetto
Copyright 2003-2017 Orizzontintorno   |   P. IVA 09609460960   |   Informazioni   |   info [at] orizzontintorno.com

Tutti i diritti riservati. I contenuti di questo sito sono licenziati Creative Commons Copyright. Orizzontintorno è un sito web di proprietà di Carlo Paschetto e non è da considerarsi in alcun modo una testata giornalistica in quanto non prevede periodicità nell'aggiornamento. Il titolare non si assume alcuna responsabilità per quanto pubblicato all'interno dei commenti del blog.

logo