Orizzontintorno Carlo Paschetto
Logo orizzontintorno Carlo Paschetto


11 Japan/3 - Tokyo/2
AGO Travel Log: Japan
No, io non ve la racconto Tokyo. Provo a farvela vedere. E mi spiace solo di non avervi potuto far vedere in passato, allo stesso modo e tanto per rimanere in oriente, Bangkok e Saigon, Kuala Lumpur e Pechino, Hong Kong e Delhi, così poi mi potevate dire. Perché a Tokyo c'è tutto questo, e anche di più. Solo che qui sorridono, a Pechino no. Solo che qui il traffico si muove, a Bangkok no. Solo che qui si respira, a Delhi no.
Ecco, per dirvi la verità non credo che Tokyo, comunque, scalzerà Bangkok dalla testa della mia classifica personale. Perché forse, ma solo forse e forse solo per ora e a caldo, a Tokyo manca un'unica piccola cosa. O meglio, c'è una cosa di troppo: che riesce a farti a sentire a casa, come mai Bangkok riuscirà a fare nemmeno se dovessi viverci per anni. Per uno zingaro come me, forse questo è il solo ed unico elemento di disturbo. Resta il fatto che amo già questa città.

Sì, oggi sono un po' didascalico, è vero. Ma venite ancora un po' in giro con noi per Tokyo, che tanto è già manga di per sé...

Tokyo girls

Chilometri, chilometri, chilometri a piedi (e passeggino) per vivere questa incredibile e straordinaria città: da Shibuya ad Harajuku ed a Shinjuku, da Asakusa a Ueno, da Ginza ad Akihabara, e poi metrò, e metrò, e metrò, e treni, treni, treni, e ancora a piedi, di negozio in negozio, di centro commerciale in centro commerciale, di via in via, di locale in locale...

Vetrine alla moda per le Tokyo girls, Takeshita-dori, Tokyo
Rush hour, Shinjuku JR station

Non è una città, sono mille città. A Shibuya sono il rumore e la musica assordante dei mille centri commerciali e gli infiniti e fantasmagorici colori degli adolescenti, per cui ti senti vecchio anche se hai vent'anni; ad Asakusa sono le piccole locande tradizionali e la teoria infinita di negozi di ognicosa ed ognidove; a Ginza sono l'ordine degli uffici e la quiete dei giardini imperiali; ad Harajuku è l'incredibile mondo pop delle ragazzine manga, per cui ti sembra di vivere dentro ad un fumetto; a Shinjuku sono la moderna ed altissima skyline, e gli Starbucks, e le imitazioni degli Starbucks, e il miliardo di insegne luminose, e la folla che non puoi altro che sentirti a Tokyo, e i negozi eleganti; a Ueno ti sembra di essere in Buenos Aires a Milano, non fosse che i negozi sono aperti ventiquattr'ore filate, e ad Akihabara ti compreresti tutto quello che il futuro giapponese è già in grado di proporti oggi prima ancora che tu in Europa possa immaginarlo...

Shinjuku, Tokyo

Ne ho già almeno trecento sulla scheda di memoria, il che a margine mi fa pensare che sia stato solo un bene non avere una macchina digitale in passato. Del resto, se non scatto qui in Giappone... :-)

Il programma definitivo per il resto del mese è quasi a punto, ma ci stiamo ancora lavorando un po'. Cercheremo di seguire una rotta un po' inconsueta che, pur toccando buona parte delle mete classiche, lasci spazio anche a un Giappone più tradizionale e meno turistico. Nota per Stefania: ovviamente siamo sulle tracce che ci hai indicato.
Una considerazione davvero didascalica, questa sì: solo cinque anni fa organizzare un viaggio del genere con un bambino di due anni al seguito, improvvisandolo al momento, su due piedi e in piena alta stagione, sarebbe stato probabilmente quasi impensabile.
Non c'è nulla da fare: ogni anno che passa, Internet stravolge sempre più il nostro modo di viaggiare.
00.13 del 11 Agosto 2006  
 
5 commenti pubblicati
Solo un grazie, Carlo.
Agosto per me quest'anno vuol dire seguire la ristrutturazione della casa appena comprata, e, a parte una fuga di 5 giorni in Sicilia per un matrimonio a fine mese, nessun viaggio.

Per mi sto facendo lo stesso due viaggi virtuali:
il primo in Sud Africa, preparando quello reale che in programma per il mese di Dicembre (ho detto in ufficio che far il ponte di S. Ambrogio lungo.............. ;-)

il secondo in giappone seguendo le vostre avventure!!!! Quindi Grazie!

L'ha detto Massimo, 11 agosto 2006 alle 10.37
Massimo, grazie a te!
L'ha detto Carlo, 11 agosto 2006 alle 14.13
Tokyo ti fa sentire a casa.
Ecco, lo sapevo che avreste capito.
L'avete presa proprio col piede giusto, la "mia" Tokyo
L'ha detto Stefy, 18 agosto 2006 alle 11.55
@Stefy: eccoti qui, era l'ora! Ti aspettavo :-)
L'ha detto Carlo, 18 agosto 2006 alle 18.18
... anche io ho cominciato i miei diari di viaggio... certo che ce ne vorr per raggiungerti...
e anche per leggerti....

un saluto.. da una viaggiatrice di vita e di blog.
L'ha detto Makino, 1 marzo 2007 alle 01.11


Inserisci un commento
Nome
Commento
E-mail
Sito web
Controllo CAPTCHA Image
Altra immagine


orizzontintorno Carlo Paschetto orizzontintorno Carlo Paschetto orizzontintorno Carlo Paschetto
Copyright 2003-2017 Orizzontintorno   |   P. IVA 09609460960   |   Informazioni   |   info [at] orizzontintorno.com

Tutti i diritti riservati. I contenuti di questo sito sono licenziati Creative Commons Copyright. Orizzontintorno è un sito web di proprietà di Carlo Paschetto e non è da considerarsi in alcun modo una testata giornalistica in quanto non prevede periodicità nell'aggiornamento. Il titolare non si assume alcuna responsabilità per quanto pubblicato all'interno dei commenti del blog.

logo