Orizzontintorno Carlo Paschetto
Logo orizzontintorno Carlo Paschetto


08 (Un)plugged running
MAG The summit quest, Viaggi fra le note, Running
Correre con Pat Metheny, lo fai solo all'inizio perché fa un po' fighetta e vuoi distinguerti. Crolli dopo dieci minuti.

Correre con Richard Ashcroft, per un po' funziona, ma la verità è che è troppo nichilista e se ne va per i cavoli suoi, non è capace di tenere il tuo ritmo.

Correre con 1 Giant Leap, all'inizio ti prende, è molto free, corri nella savana, corri nel sole, corri con le gazzelle. Il punto è che stai su un marciapiede qualunque di casa tua e attraversare le rotonde è pure un casino.

Correre con Eddie Vedder e Newton Faulkner, non ce n'è, pių into the wild di così è impossibile, l'aria in faccia te la senti. Resta il fatto che otto tracce son poche e che l'aria è satura di monossido di carbonio. E poi vedi sopra.

Correre con Guccini, ci ho anche provato. Ma mica sono in Chmielna 10-30, non funziona, no.

Correre con i Pearl Jam, fa il paio con Guccini. Se mi avete seguito per nove mesi a Warszawa capite anche voi perché. Peccato, però.

Correre con Moby, perché no. Perché poi arriva God movin' over the face of the waters e, per quanto tu la possa adorare, ti siedi sul ciglio del marciapiede e fissi il vuoto per un'ora, ripercorrendo tutta la tua vita al rallentatore. Prima di suicidarti.

Correre con Nick Cave, ci dai dentro. Ci dai dentro e sudi. Ti prende, è figo correre con Nick Cave. Poi ti ricordi di Nick Cave, entri in un pub, butti gių due pinte di rossa e ruttando mandi a fare in culo il cardiofrequenzimetro lanciandolo sotto un camion.

Correre con i Guns N'Roses, no. Non c'hai pių l'età, mi spiace. Sì, lo so, non ce n'è come correre con Sweet child o'mine, è meglio che farsi di foglie di coca, ma devi essere realista, non ce li hai i polmoni per reggere quei 5'55", e non ci riesci, no, a correrla pių lenta. E poi Axl Rose urla troppo. Dà fastidio uno che ti urla nelle orecchie mentre corri.

Correre con i Litfiba, nove chilometri tirati alla morte. Eppure, non so perché, ma la volta dopo non ti viene da rimetterli su. Goccia a goccia.

Correre con Alanis Morissette, ché lei è tosta e tu senti che devi essere all'altezza. Non puoi correre a mezzo servizio con la Morissette nelle orecchie. E poi lei sì che ha ritmo e che sa accompagnarti, è forte correre con la Morissette, sorpassi di brutto tutti quelli che stanno ascoltando, che so, Ludovico Einaudi o Giovanni Allevi. Sudi, sudi eccome con Alanis che pompa. Però alla fine ti ha stufato. Un'ora di Alanis Morissette è lunga e poi diciamocelo: sono davvero tutte uguali. La prossima volta non la metti pių, ché ti ha rotto le palle Alanis Morissette.

Correre con i Baustelle, ma ci ha già pensato qualcuno? Ecco, dovrei farci un post, prima o poi, sui Baustelle. Perché bravi son bravi eh, ma ecco, parliamone, dei Baustelle. Insomma, correre con i Baustelle. Si va gių duri a correre con i Baustelle, c'è della ferocia, picchiare picchiano. Lipperlì la cosa sembra anche funzionare, c'è addirittura che forse ti piace, sì, è forte correre con i Baustelle, davvero ancora non ci ha pensato nessuno? Però no. No, per qualche motivo no. No, non funziona correre con i Baustelle. C'è proprio qualcosa che non funziona con i Baustelle, lo sapevo. O sarà che sono io che non sono in giornata.

Correre con Tow Waits, è meraviglioso quando piove. Correre con la pioggia ascoltando Tom Waits è liberatorio per l'anima, è un viaggio in totale solitudine, è catartico. Il punto è che piove poco. Con il sole e le giornate lunghe va a finire peggio di Nick Cave (vedi sopra).

Correre con Madonna, maddai, stai scherzando. Occhei, è ginnico, te la passo. Ma non riesci ad essere credibile nemmeno a te stesso. Comunque per un po' vai come una lepre, prima di rifugiarti in Nick Cave.

Correre con gli AC/DC, è la cosa pių selvaggia che mi venga in mente. E' da duri correre con gli AC/DC, devi proprio esserne convinto. Non puoi arrenderti, non puoi cedere un metro se decidi di correre con gli AC/DC, è una scelta ben definita, una dichiarazione bellicosa di intenti. E poi mica puoi farlo a mezzo volume, correre con gli AC/DC. E' tosto, devi partire aggressivo, arrabbiato, devi essere preparato.

Stasera ci provo, dài. Vado a correre con gli AC/DC.
17.31 del 08 Maggio 2008  
 
9 commenti pubblicati
Ma... e correre con gli Who?
O con i Jefferson Airplane ehehe :)
Colgo l'occasione per ribadire che Giovanni Allevi fa venire l'orticaria e quindi a correrci no, proprio no...
L'ha detto Lara, 9 maggio 2008 alle 00.43
E correre con gli U2 sulle strade di Varsavia con City of blining lights? oppure con I still haven't found what I'm looking for? oppure where the streets have non name? O tutte queste pių i CHambawamba e YMCA?
L'ha detto Roberto, 9 maggio 2008 alle 17.23
Con gli Who ci ho pensato, in effetti. Ma sull'iPod ho solo un live e Tommy, e nessuno dei due va bene.
Gli U2, non so perchč, ma non li ho proprio in lista. No, non me li sento addosso per correre.
L'ha detto Carlo, 9 maggio 2008 alle 22.15
E i REM anni 80 inizio 90?
L'ha detto Cecco, 12 maggio 2008 alle 12.08
Oh, io non so perchč, ma i REM non li digerisco pių. E comunque con gli AC/DC ho guadagnato mezzo chilometro :-)
L'ha detto Carlo, 12 maggio 2008 alle 12.11
..non e che ci bloggi le cuffiette? le mie cadono regolarmente...
L'ha detto Simone, 12 maggio 2008 alle 22.30
@Simone: serie CX della Sennheiser. Si trovano sull'on-line store dell'iPod. Costano un po', ma io le trovo comodissime, e soprattutto sono ottimamente isolanti, anche in aereo.
L'ha detto Carlo, 12 maggio 2008 alle 23.32
...e correre con la musica disco anni '80?
L'ha detto gianni, 14 maggio 2008 alle 09.31
.. intendevo i REM orignali non la cosa che si chiama REM che e' in giro adesso e vive di rendita
L'ha detto cecco, 16 maggio 2008 alle 09.05


Inserisci un commento
Nome
Commento
E-mail
Sito web
Controllo CAPTCHA Image
Altra immagine


orizzontintorno Carlo Paschetto orizzontintorno Carlo Paschetto orizzontintorno Carlo Paschetto
Copyright 2003-2017 Orizzontintorno   |   P. IVA 09609460960   |   Informazioni   |   info [at] orizzontintorno.com

Tutti i diritti riservati. I contenuti di questo sito sono licenziati Creative Commons Copyright. Orizzontintorno è un sito web di proprietà di Carlo Paschetto e non è da considerarsi in alcun modo una testata giornalistica in quanto non prevede periodicità nell'aggiornamento. Il titolare non si assume alcuna responsabilità per quanto pubblicato all'interno dei commenti del blog.

logo