Orizzontintorno Carlo Paschetto
Logo orizzontintorno Carlo Paschetto


02 Seimilacentocinquantanove
APR Running
Quattordici mesi dall'inizio di questa avventura, oltre mille chilometri nelle scarpette, pi di quattrocento dei quali negli ultimi tre mesi. Parecchia strada nelle gambe e parecchia strada metaforicamente dopo, eccomi qua a provarci davvero per la prima volta.
L'ultima in vita mia che abbia indossato un pettorale credo fosse in quinta liceo per una gara di sci. Diciamo pi di venticinque anni fa, comunque, ad occhio.

La punta di orgoglio è nell'arrivarci dopo aver fatto, in questi mesi, tutto da solo e partendo da zero totale. Un anno fa non ci credevo, un anno dopo non mi ha fermato nulla: non il caldo torrido dell'estate, non il gelo di quest'inverno, non la neve (qualche sessione da dieci chilometri sotto nevicate epiche, correndo su fondo ghiacciato alle dieci di sera, con temperatura ben al di sotto dello zero, me la sono segnata in rosso sul calendario...). Tre volte fisse a settimana, qualche volta quattro, negli ultimi due mesi piazzandoci in mezzo anche qualche uscita in montagna.

Per iscrivermi ho dovuto fare la certificazione agonistica: mi sono presentato al centro di medicina sportiva fra una riunione e l'altra, in giacca e cravatta. Mi hanno guardato un po' strano, per dire.
Parto nove chili sotto al peso di un anno fa, con un personale di 53' sui 10km, 1h40' sui 18km. Ventuno non li ho mai corsi: per preparare questa mezza maratona, negli ultimi dieci giorni ne ho corsi diciotto un paio di volte, l'ultima delle quali domenica scorsa sotto una bella pioggia battente e continua, tipo doccia fredda. I ben informati e i forzati delle tabelle mi hanno detto che non ci si prepara mai correndo l'intera distanza e, soprattutto, che nell'ultima settimana praticamente non si corre affatto: così ho dunque fatto. Giusto stasera, prima di mettermi a preparare il solito stato avanzamento per domani mattina: sei chilometri rapidi rapidi ("rapidi" nella mia accezione, naturalmente, che non corrisponde affatto alla media degli altri seimila iscritti: diciamo che da loro mi separa ancora almeno un minuto al chilometro), tutto bene, tranquillo, preparato.

Ho tre obiettivi, in ordine di importanza: arrivare in fondo; non arrivare ultimo (dice mio fratello che l'importante è mantenere la posizione del pettorale :-); riuscirci sotto le due ore. L'ultimo, in effetti, non sarà facilissimo da centrare e so che non devo accanirmici, né partire avendolo in testa. Iniziamo, appunto, ad arrivare in fondo.

Insomma, sono un po' emozionato: domenica si fa sul serio :-)

23.37 del 02 Aprile 2009  
 
Non ci sono commenti a questo post


Inserisci un commento
Nome
Commento
E-mail
Sito web
Controllo CAPTCHA Image
Altra immagine


orizzontintorno Carlo Paschetto orizzontintorno Carlo Paschetto orizzontintorno Carlo Paschetto
Copyright 2003-2017 Orizzontintorno   |   P. IVA 09609460960   |   Informazioni   |   info [at] orizzontintorno.com

Tutti i diritti riservati. I contenuti di questo sito sono licenziati Creative Commons Copyright. Orizzontintorno è un sito web di proprietà di Carlo Paschetto e non è da considerarsi in alcun modo una testata giornalistica in quanto non prevede periodicità nell'aggiornamento. Il titolare non si assume alcuna responsabilità per quanto pubblicato all'interno dei commenti del blog.

logo