Orizzontintorno Carlo Paschetto
Logo orizzontintorno Carlo Paschetto


20 Takes from the sub (was short cuts from the tube)
FEB Diario
Così, dopo sedici mesi trascorsi all'estero, da un paio di giorni ho iniziato una nuova avventura a due passi da Corso Como, Milano (per i non milanesi: Corso Como è ancora - credo, nemmeno io sono molto aggiornato in materia - uno degli ultimi luoghi dove Milano si beve) e, come dire, mi sento un po' puzzled, anche perché io sto a Corso Como, Milano, come un operaio della Magneti Marelli sta alle sfilate di Valentino.

Fra una cosa e l'altra era un bel po' che non facevo il pendolare sulla mia città di riferimento e adozione e, dovessi dire, non ne sentivo affatto la mancanza, anzi. L'ultima volta, poi, che ho preso un mezzo pubblico milanese risale ancora al tempo delle carrozze con i cavalli: mi sembra fosse un periodo di targhe alterne nel 2003, o giù di lì.
Capite perciò come oggi io mi aggiri nella metropolitana milanese con la stessa disinvoltura di un immigrato clandestino cinese appena sbarcato in città.

E' così che ho scoperto che.

Uno: apparentemente oggi la metropolitana di Milano arriva in tutto il mondo, isole comprese. A dir la verità, la metropolitana non è cambiata affatto, ma la società MM (Metropolitane Milanesi) deve aver speso un bel mucchio di soldi in un qualche studio di immagine affidato, chessò, a McKinsey o giù di lì, perché adesso se tu scendi in metropolitana e guardi la mappa delle linee ti sembra all'improvviso di essere come minimo a Londra. In realtà le linee sempre tre sono, e sempre con le medesime fermate (be', no, hanno allungato la verde di una fermata), ma il vero colpo di genio è stato trasformare le linee ferroviarie in "Linee di superficie", contrassegnate con la lettera S, per cui in corrispondenza delle stazioni Centrale, Garibaldi, Lambrate, ecc, sono magicamente spuntate una miriade di interconnessioni con queste inesistenti linee di superficie che, ovviamente, sempre Ferrovie dello Stato o Ferrovie Nord sono. Insomma, tu prendi la metro a Sesto Marelli, scendi alla Stazione Centrale e con qualche semplice cambio ti connetti con la Transiberiana per arrivare fino a Pechino. Corsa interurbana naturalmente.

Due: avevo in tasca qualche biglietto ATM che mi avanzava, dal 2003 suppongo. Non solo ovviamente quei biglietti non valgono più, ma ho scoperto che a Milano è scomparso il vecchio biglietto da timbrare. Siamo come le grandi capitali del mondo adesso, c'è il ticket magnetico, nel senso che sempre di un pezzettino di carta si tratta, ma lo infili in una fessura a monte del tornello di ingresso e ti viene sparato a valle del tornello stesso, dove lo recuperi. Insomma, non è cambiato nulla, ma sono cambiati i tornelli, che sono stati adeguati a quelli delle capitali più fighe con una spesa, immagino, da paura. Siccome a priori do sempre per scontata la buona fede delle iniziative del mio Comune, suppongo che questa rivoluzione comporti vantaggi che a me sfuggono totalmente, ma che certamente ai veri pendolari sono del tutto evidenti.
Per la verità, per i peones come me, ad ogni stazione hanno lasciato un tornello "old style" attraverso il quale passare timbrando eventuali vecchi biglietti (non del 2003, comunque), ma c'è da vergognarsi a transitare di lì, perché tutti ti guardano stupiti tipo maddai, ancora coi vecchi biglietti stai?

Tre: in metropolitana distribuiscono i giornalini gratuiti e questo già lo sapevo, solo che adesso non si tratta più di una sola testata (e già fa ridere a chiamarla così), ma di un'edicola intera di pseudoquotidiani e persino riviste di parole crociate ed enigmistica. Interessante. Quasi quasi domani ne tiro su una copia.

Quattro: in metropolitana a Milano ti sembra di essere a Londra anche perché c'è un solo italiano per vagone. I milanesi viaggiano (meglio, sono intasati) tutti in superficie con le loro auto.

Infine, non c'entra nulla, ma mi viene così: vorrei spezzare una lancia a favore di Jovanotti, in arte Lorenzo Cherubini.
Ora, io ve lo devo dire: Lorenzo a me è simpatico. In fondo siamo quasi coetanei, lui è solo un filo più giovane di me, ma ogni volta che lo sento a me, come si direbbe dalle mie parti, o pą ūn figgiêu. E' che ci crede davvero, per questo mi è simpatico.
Cioè, lui si è fatto crescere la barba con vent'anni di ritardo sui tempi, si è messo il cappello da sandinista e ha iniziato a viaggiare con lo zaino quando ormai la mia (nostra) generazione lo zaino lo ha messo in cantina da un pezzo, dopo averlo consumato per bene, e si è comprata un bel trolley comodo, se capite la metafora.
Cioè, lui adesso risale "da solo" i fiumi dell'Amazzonia con la piroga e torna ispirato per registrare un album intitolato Safari. Cioè lui, adesso che viaggia, ha allargato molto i suoi orizzonti e capisce molte cose del mondo, è molto peace and love and fate l'amore non fate la guerra, è molto dalla parte delle cause giuste, e viaggia, viaggia molto da solo, dall'Himalaya all'Africa, dalle Alpi alle Piramidi, e non puoi capire quante cose ha visto, lui. Come Licia Colò, insomma.
Cioè, lui c'ha il messaggio adesso (per la verità è qualche anno ormai che ce lo propina).

Resta il fatto che sempre stonato è, e ancora non ha imparato a cantare.
Epperò che devo dirvi, a me Fango piace, e lui mi è simpatico. Anche se, comunque, me pą ūn figgiêu.

Ma forse è solo invidia e sono io che sono vecchio.
13.32 del 20 Febbraio 2008  
 
18 commenti pubblicati
Ma dove sei stato tutto sto tempo... in Polonia?!!
L'ha detto Massimo, 20 febbraio 2008 alle 15.09
Principalmente in Belgio e Polonia, con puntate in Lussemburgo, Ungheria, Rep. Ceca e Croazia :-)
L'ha detto Carlo, 20 febbraio 2008 alle 15.11
Non puoi essere vecchio, siamo coetanei ed io non sono vecchio, quindi per la proprietà transitiva della coetananza... coetaneità... quella cosa insomma, non puoi essere vecchio. Un abbraccio vecchio mio (qui ci sta)
L'ha detto Simone, 20 febbraio 2008 alle 17.22
ATM S.p.A. ha realizzato un nuovo sistema di bigliettazione magnetica ed elettronica, che sostituirà gradualmente i biglietti e abbonamenti cartacei con dei nuovi documenti elettronici e magnetici. Il sistema consentirà di migliorare la qualità del servizio, offrendo, con un medesimo supporto, l'accesso a una rete integrata (di trasporto e parcheggio) comune ad ATM, Le Nord e a Trenitalia. con il vantaggio di ridurre il livello dell'evasione. Inoltre, trattandosi di un sistema informatico, in particolare per gli abbonati, sarà possibile raccogliere dati, elaborarli, produrre delle analisi statistiche per quanto riguarda l'utilizzo del sistema e l'utilizzo delle linee.
Questo consente di avere, inoltre, uno strumento utile per la clientela che garantirà una migliore e più puntuale pianificazione del servizio, decidendo per esempio di potenziare certe linee, certe fasce orarie piuttosto che altre, basandosi non più su dati statistici ma reali, quest'ulteriore raccolta di dati integra le attuali indagini ‚Äúorigine - destinazione‚Äù che consentono di misurare l'andamento del flusso dei passeggeri, al fine di offrire un servizio sempre più rispondente alle aspettative di quanti utilizzano il mezzo pubblico per i loro spostamenti
L'ha detto il tranviere, 20 febbraio 2008 alle 18.57
Big Brother is watching you...
ma per caso, non ti manca un po' l'estero?
L'ha detto Lara, 20 febbraio 2008 alle 21.50
Lara, forse "il tranviere" dovrebbe farsi due chiacchiere con Emanuela, che di questo meraviglioso "servizio integrato" è una vera utente. Io scherzavo, ma ogni tanto lei si incazza davvero :-) Anche perchè già la metro milanese non è certo un modello di efficienza globale, se poi la integrano anche con le nostre ferrovie.... non so se mi spiego... E comunque sì, mi manca eccome l'estero. Milano è davvero invivibile ormai.
L'ha detto Carlo, 20 febbraio 2008 alle 22.30
Se il tranviere è un fake, si tratta di un genio.
Se è vero, un solo consiglio: l'integrazione con Alitalia (a Malpensa naturalmente) è il prossimo passo...
L'ha detto Ric, 21 febbraio 2008 alle 07.52
outing: TRANVIERE = GIANNI :-)
L'ha detto gianni, 21 febbraio 2008 alle 14.26
Ma non era traMviere?
L'ha detto Massimo, 21 febbraio 2008 alle 15.02
Mi fai sorgere il dubbio, let's check:

La ricerca di tramviere non ha dato risultati
Inserisci un nuovo lemma o prova con tramvier.

La ricerca di tramvier non ha dato risultati
Inserisci un nuovo lemma o prova con tramvie

La ricerca di tramvie non ha dato risultati
Inserisci un nuovo lemma o prova con tramvi

Lemma tranviere
Sillabazione/Fonetica tran-viè-re
Etimologia Deriv. di tranvia
Definizione s. m. chi è impiegato nei servizi tranviari (Fonte: Garzanti)



L'ha detto gianni, 21 febbraio 2008 alle 15.55
ben tornato nell'invivibile città caotica! un'altra novità riguardo le MM è che adesso, solo in alcune stazioni, puoi anche parlare, ricevere msg, scrivere msg sul tuo fantastico cellulare!!! Certo ci si sente un pochino più "sicuri" ma avrei preferito un sistema di telecamere....silenziose ed efficaci!!
L'ha detto ale, 22 febbraio 2008 alle 12.01
a proposito di metro, qualcuno sa perchè stanno cotruendo la Linea 5 ma non esiste la 4?
L'ha detto gianni, 22 febbraio 2008 alle 14.52
Forse perchè per l'Expo (anzi "l'èspo" come dicono i meneghini doc)ne servono minimo 5...
Pensa che a Monza hanno saputo fare di meglio: c'erano 4 linee di autobus (1,2,4 e 6)che adesso sono diventate...201, 202, 204 e 206...
L'ha detto Ric, 22 febbraio 2008 alle 18.34
Parlando di trasporti. Nella zona arrivi internazionali dell'aeroporto di Bologna c'è un mega cartellone con su scritto Metro Bologna, il simbolo di una metro ed una cartina con 4/5 linee. Da notare che a Bologna non esiste la metro ed il progetto ne prevede, ad oggi una. Prometto foto la prossima volta che ci passo.....
L'ha detto gianni, 26 febbraio 2008 alle 10.47
LINEE E PROLUNGAMENTI IN PROGETTO

2)Linea 4

La linea 4 rappresenta sicuramente il progetto più affascinante tra tutti quelli di potenziamento della rete della metropolitana milanese, con gallerie e treni di dimensioni ridotte che congiungerebbero direttamente i settori periferici est e ovest della città.
L' inizio dei lavori è previsto per il 2008.
Questo il percorso previsto dal progetto preliminare:
Lorenteggio

Sant’Ambrogio

Senato

Aeroporto Linate

L'ha detto Massimo, 28 febbraio 2008 alle 10.14
Ma sei dalle mie parti allora. Quando hai tempo facciamoci una pizza.
L'ha detto cristiano, 1 marzo 2008 alle 22.28
Cristiano, ti riferisci a Bologna?
L'ha detto gianni, 3 marzo 2008 alle 18.36
No, si riferisce a me :-)
L'ha detto Carlo, 3 marzo 2008 alle 18.39


Inserisci un commento
Nome
Commento
E-mail
Sito web
Controllo CAPTCHA Image
Altra immagine


orizzontintorno Carlo Paschetto orizzontintorno Carlo Paschetto orizzontintorno Carlo Paschetto
Copyright 2003-2017 Orizzontintorno   |   P. IVA 09609460960   |   Informazioni   |   info [at] orizzontintorno.com

Tutti i diritti riservati. I contenuti di questo sito sono licenziati Creative Commons Copyright. Orizzontintorno è un sito web di proprietà di Carlo Paschetto e non è da considerarsi in alcun modo una testata giornalistica in quanto non prevede periodicità nell'aggiornamento. Il titolare non si assume alcuna responsabilità per quanto pubblicato all'interno dei commenti del blog.

logo