Orizzontintorno Carlo Paschetto
Logo orizzontintorno Carlo Paschetto


22 Uno e quarantaquattro (*)
MAR Running
E' che l'emozione della Stramilano, a parte tutto, non ha confronto. Fin dal primo mattino, quando la metropolitana inizia a riempirsi e le migliaia di partecipanti alle tre diverse gare in programma si mescolano fra loro. Scendono a Duomo i partecipanti alla cinque ed alla 10km non competitiva, gli altri proseguono per Cordusio per raggiungere la partenza della mezza maratona agonistica. La folla attorno aumenta, cerchi quelli che hanno la borsa dell'agonistica come te, sbirci l'adesivo con il numero di pettorale assegnato, gongoli un po' quando ne vedi uno pių alto del tuo, invidi un po' quelli che ce l'hanno pių basso, appartengono ad un altro pianeta quelli che l'hanno a sole tre cifre, quelli a due, poi, è quasi impossibile incontrarli fino al nastro di partenza, e peraltro sarà anche il primo ed ultimo istante in cui li vedrai.
Alla Stramilano i pettorali dell'agonistica vengono assegnati in base ai tempi personali: rispetto allo scorso anno ho già guadagnato duemila numeri ed un settore di partenza pių in avanti. L'obiettivo, ovviamente, è almeno un altro settore per il 2011.
L'anticipo di una settimana sul programma originario, e la conseguente concomitanza con la mezza di Vigevano, hanno mangiato un migliaio di concorrenti all'edizione 2009. Dicono che sia molto bella la mezza maratona di Vigevano, ma scambiarla con la Stramilano, mah. Forse quando ne avrò corse dieci edizioni.

Fra lo scorso anno ed oggi ho messo quasi duemila chilometri nelle gambe, tre paia di scarpette, altre tre mezze maratone ufficiali ed una parte di preparazione, negli ultimi mesi, mirata alla mia prima vera maratona. Un abisso, sia in termini di allenamento che di esperienza. L'anno scorso ero al mio esordio, non sapevo nulla, non avevo mai nemmeno corso l'intera distanza e ventun chilometri mi sembravano una distanza epica. Così guardo i pettorali dal seimila in su (ma quest'anno arrivano ad oltre settemila) e sorrido ripensando a quanta acqua sotto i ponti - o meglio, a quanto asfalto sotto alle suole - ho messo fra quello che indosso oggi ed il mio pettorale dello scorso anno. Fra me e me mando loro un in bocca al lupo. Per qualcuno sarà probabilmente l'indimenticabile inizio di una nuova carriera da runner, come è stato per me.

La temperatura è ottimale, siamo attorno ai 12ºC, c'è una lieve pioggerellina in sospensione che in realtà non dà fastidio, anzi, tutto sommato darà una mano a mantenersi freschi e a non disidratarsi troppo. Nonostante il fondo bagnato opto per le scarpette nuove comprate due settimane fa - e di nuovo sorrido fra me e me: oggi sono arrivato con due paia di scarpette diverse fra cui scegliere e tre abbinamenti di maglie per decidere cosa indossare in funzione della temperatura alla partenza. Un anno fa avevo corso con le stesse scarpe vecchissime comprate al supermercato con le quali ero arrivato da casa ed avevo addosso una sola maglietta, troppo pesante, comprata per l'occasione. Era così sbagliata quella maglietta che sono riuscito ad usarla in pochissime altre occasioni, ed è un peccato, perché le sono ovviamente affezionato.

In teoria le previsioni della vigilia non sono un granché, ma oggi mi sento carico. Le uscite dell'ultima settimana sono andate molto bene, il 2010 sembra finalmente ingranare. Anche in questo caso il paragone con lo scorso anno è inevitabile. Allora non avevo corso per tutta la settimana precedente la gara, perché "bisogna scaricare un po' prima di affrontare le lunghe distanze". Questa settimana ho già corso pių di quaranta chilometri, gli ultimi dodici due giorni fa in meno di un'ora in scioltezza, ad un passo dal mio personale su quella distanza. La preparazione per la maratona inizia finalmente a farsi sentire ed in effetti quest'anno corro la Stramilano come tappa di preparazione per la Milano City Marathon: in teoria è solo un lungo domenicale fra il corto veloce di venerdì e le ripetute di domani. Solo a pensarla, una tabella del genere, un anno fa mi sarei dato alle grasse risate.

Il resto, come al solito, sono solo statistiche. In questo caso, quelle di una domenica perfetta. Record personale abbattuto di altri quattro minuti, con tempo finale ufficiale ad 1h44'21" (*), 4'55"/km di media. Strategia di gara centrata sotto ogni aspetto: partenza il pių avanti possibile nel gruppo per non rimanere intrappolato nella folla, primo chilometro lento con il solo obiettivo di uscire dal casino e mettersi a ritmo costante, dal secondo in poi in scia ad un gruppo in teoria pių forte per star sotto alle mie medie standard, cercando di correre il pių regolare e in scioltezza possibile, niente rifornimenti per tutta la gara per non spezzare l'andatura e, soprattutto, mirando sempre ai punti di corda del percorso, ché lo scorso anno ci avevo lasciato seicento metri in pių alla fine. Nel caso della Stramilano, a dire il vero, è decisamente pių complicato che in altre occasioni, soprattutto ai primi chilometri quando si corre in mezzo all'onda oceanica della folla, ma conoscendo il percorso, questa volta, sono riuscito a non perdere troppa strada ed al traguardo il gps mi ha dato una distanza superiore di poco pių di trecento metri.

Infine, la soddisfazione pių grande è essersi classificati nella metà superiore della classifica.

Insomma, il 4º settore di partenza per il 2011 me lo sono ben guadagnato. A questo punto però l'obiettivo 2010 è andare sotto all'ora e quaranta e puntare al 3º, anche perché in realtà oggi non l'ho proprio tirata tirata al massimo, proprio per non bruciarmi del tutto le energie e poter andare a correre tutta la prossima settimana per continuare la preparazione per la maratona dell'11 aprile. Così, nonostante aver di fatto dato una bella picconata al mio personale, al traguardo sono arrivato addirittura in progressione e con ancora chilometri nelle gambe, avendone avuto necessità.
Per dire, qualche buon auspicio inizia ad intravvedersi. Chissà.

Stramilano 2010
Stramilano 2010

(*) Updated: titolo e post modificati il 22/3, poiché hanno aggiornato la classifica ed i tempi ufficiali. Come avevo immaginato quello nell'SMS è il tempo di gara, non il "real time". Adesso i conti tornano :-)
00.50 del 22 Marzo 2010  
 
1 commento pubblicato
io punto alla 10 km, considera che al momento sono a 2.7 km quindi ne ho da fare.. qualche consiglio???? ( e complimenti per i tempi, me li sogno..)
L'ha detto Daniela , 26 novembre 2010 alle 14.53


Inserisci un commento
Nome
Commento
E-mail
Sito web
Controllo CAPTCHA Image
Altra immagine


orizzontintorno Carlo Paschetto orizzontintorno Carlo Paschetto orizzontintorno Carlo Paschetto
Copyright 2003-2017 Orizzontintorno   |   P. IVA 09609460960   |   Informazioni   |   info [at] orizzontintorno.com

Tutti i diritti riservati. I contenuti di questo sito sono licenziati Creative Commons Copyright. Orizzontintorno è un sito web di proprietà di Carlo Paschetto e non è da considerarsi in alcun modo una testata giornalistica in quanto non prevede periodicità nell'aggiornamento. Il titolare non si assume alcuna responsabilità per quanto pubblicato all'interno dei commenti del blog.

logo