Orizzontintorno Carlo Paschetto
Logo orizzontintorno Carlo Paschetto


02 Rando(m) Elba set #1
LUG Fotoblog, Spostamenti
Nel frattempo è arrivata l'estate e come di consueto viaggio (anche) avanti e indietro dal buen retiro all'Elba, dove i Tati si stanno godendo la prima parte delle loro meritate vacanze.
A giorni, in arrivo la tradizionale settimana di campeggio in Valnontey. Poi un paio di settimane alle Canarie in agosto, un'altra settimana nei Balcani e in tasca un volo per Boston già targato 2014, strappato in corsa con le ultime miglia Alitalia scadute un paio di giorni fa che ancora mi avanzavano. Magari lo trasformo in una tappa intermedia per qualcosa di più elaborato, ci sto ragionando sopra (l'idea originale era di andare una settimana in Florida, ma sto studiando la carta geografica...).

Tutto per dire che scrivo poco (qui), sì, ma dietro le quinte Orizzontintorno sta tutt'altro che fermo. Presto dunque nuovi spostamenti, nuovi aggiornamenti, nuovi contenuti, nuove avventure.

E poi c'è l'Elba vista attraverso l'oblò di Rando.

RandoElba01
RandoElba02
..
[Continua a leggere]

TAG: rando, elba
11.45 del 02 Luglio 2013 | Commenti (0) 
 
01 E guardo il mondo da un oblò
LUG Fotoblog, Web e tecnologia
C'è questa app, disponibile sia per iOS che per Android, che si chiama Rando e che è la mia ultima addiction. Tu scatti una foto, Rando la manda non sai dove e ti restituisce una foto scattata da qualcun altro in qualche altra parte a caso nel mondo. Tutte le immagini sono rotonde, come un oblò.

Ho ricevuto foto da cinque continenti. I coreani sono i più invasati, in media ogni due foto ricevute una arriva da Seul o da Busan. Tantissime foto anche dalla Russia, soprattutto da Mosca e dal Caucaso. Molte dal Brasile e dagli Stati Uniti, ma anche dall'Asia Centrale, dal Sudafrica, dall'Australia, dalla Cina e ovviamente dall'Europa.
Mi sono anche capitate un paio di carrambate: foto inviate da me che sono arrivate ad amici di FriendFeed e viceversa (abbiamo creato un gruppo apposta di maniaci di Rando).
Arriva di tutto: foto di interni di case, oggetti di arredamento, piatti dai ristoranti - tantissima roba da mangiare! - e bicchieri, bottiglie, auto parcheggiate e in movimento, palazzi, fiori e piante, animali (i soliti gattini, ma anche tanti cani), soprammobili e parti di corpi (vanno per la maggiore piedi e mani).
Pochissimi volti, quasi nulle altre parti anatomiche: in questo senso, quello di Rando è un mondo oltremodo pudico.

È anche molto democratico Rando: tu mandi una foto, ti arriva una foto. Non puoi ricevere una foto se non ne mandi una tu.
Quasi ogni foto arriva con la sua geolocalizzazione che ti permette di sapere dove è stata scattata, in modo molto approssimato (la scala della mappa è sufficiente appena a individuare al massimo la città di provenienza). Arrivano però anche molte foto non localizzate e che odio quelli che tengono spento il GPS dei propri smartphone! Nulla di peggio del vedersi recapitare una foto e non poter sapere dove è stata scattata.

Su Rando non circolano belle foto, non è un luogo di foto artistiche, ma possono arrivarti immagini affascinanti, che raccontano storie, che ti incuriosiscono, che non capisci, che ti lasciano in sospeso: è un oblò sui particolari del mondo.
Ogni immagine porta con sé un mistero e una storia che non sai e che non potrai mai sapere, solo immaginare. Può arrivarti un muro, una finestra, una striscia pedonale, una maniglia, una presa di corrente, un dito, uno schermo televisivo. Tutto ciò che conosci è che qualcuno, in un altro luogo del mondo, ha appena scattato quella foto.
Non c'è nemmeno modo di sapere chi: Rando è completamente anonimizzato. La tua foto parte portando con sé null'altro che una rozza localizzazione GPS e così è per la foto che ti arriva in cambio. Se mando una foto da casa mia, tutto quel che può sapere chi la riceve è che è stata scattata ad Arcore, in Italia, niente altro. Nemmeno il momento esatto, perché Rando non invia necessariamente subito: spesso bufferizza la foto sui propri server e la invia in qualche momento successivo.

La curiosità è poi così forte che alcuni sono arrivati al paradosso di fotografare un messaggio, tipo "Ehi, tu che hai ricevuto questa foto, scrivimi all'indirizzo ciccio@daqualchepartepuntocom e dimmi chi sei."
Circolano anche gli scemo chi legge, o i fuck you, o giallini con scritto solo I love you.

Un ti amo inviato a caso in giro per il mondo a qualcuno che non potrai mai sapere chi è. Non è meraviglioso?

Rando1
Rando2
Rando3
TAG: rando
22.51 del 01 Luglio 2013 | Commenti (0) 
 


orizzontintorno Carlo Paschetto orizzontintorno Carlo Paschetto orizzontintorno Carlo Paschetto
Copyright 2003-2017 Orizzontintorno   |   P. IVA 09609460960   |   Informazioni   |   info [at] orizzontintorno.com

Tutti i diritti riservati. I contenuti di questo sito sono licenziati Creative Commons Copyright. Orizzontintorno è un sito web di proprietà di Carlo Paschetto e non è da considerarsi in alcun modo una testata giornalistica in quanto non prevede periodicità nell'aggiornamento. Il titolare non si assume alcuna responsabilità per quanto pubblicato all'interno dei commenti del blog.

logo