Orizzontintorno Carlo Paschetto
Logo orizzontintorno Carlo Paschetto


Madeira e Porto Santo (2017)
Doveva essere un viaggio alle Azorre, e invece...
Mezzi di trasporto
Voli Milano-Lisbona-Funchal con TAP.
Auto a noleggio.
Escursione in catamarano per l'avvistamento dei cetacei.
Traghetto fra Madeira e Porto Santo.
Funivia a Funchal e per raggiungere la spiaggia di Garajau a Madeira.
Alloggio e pernottamenti
Abbiamo optato per differenti soluzioni in virtù del nostro piano di viaggio, privilegiando per la prima volta alloggi in appartamento, ideali per un viaggio in famiglia che preveda giornate di escursioni mantenendo fisso un campo base. In anni passati, in condizioni analoghe, mi ero orientato verso pernottamenti in hotel o villaggio, ma i figli crescono, le esigenze cambiano, soprattutto quelle relative allo spazio, e... due camere in hotel costano il doppio di una!

A Madeira:

The modern & recycled house a Machico.
L'accoglienza di Ruben è semplicemente perfetta e la casa è splendida, a prescindere dalla posizione strategica imbattibile e dal biliardo in salotto a disposizione degli ospiti. Machico è un ottimo campo base, vicinissimo all'aeroporto, tranquillo. Tutti i servizi sono a portata pedonale, dai minimarket per la spesa, alla farmacia, ai ristoranti, ai caffè. Anche la piccola spiaggia sabbiosa, una rarità a Madeira, è a due passi. WiFi gratuito, due bagni, tre letti matrimoniali a disposizione. Dotazione dell'appartamento completissima, non manca nulla di quel che può servire, compresi i generi di prima necessità per cucinare e una bottiglia di Madeira in omaggio. Grazie Ruben!

Madeira Bright Star hotel a Funchal.
Purtroppo l'ultima notte che avevamo prenotato da Ruben abbiamo dovuto a malincuore lasciare l'appartamento: abbiamo infatti avuto la sfortuna di prenotare nell'unica settimana dell'anno in cui a Machico è previsto il festival gastronomico, una bella manifestazione che ha però come corollario spettacoli musicali pop/folk/disco che vanno avanti fino all'alba a volume da concerto rock. Le finestre di Ruben affacciano esattamente sulla piazza dove viene allestito il palco ed è letteralmente come avere l'impianto audio di un rave party in camera da letto. Non ci sono tappi per le orecchie che tengano e la musica dal vivo inizia alle otto di sera e va avanti fino alle 3-4 del mattino.
Così, l'ultima notte abbiamo mollato il colpo e ci siamo trasferiti in questo hotel della capitale, ottimo se - come noi - dovete imbarcarvi al mattino presto dal porto, che si trova a poche centinaia di metri.
L'hotel è un buon tre-quattro stelle e il personale è molto disponibile. Camere accoglienti, c'è una piccola piscina, molti ristoranti a portata pedonale, zona tranquilla. Non è comodissimo se volete andare a piedi in centro.
WiFi gratuito.

Hotel Solar Bon Jesus a Santa Cruz.
Le ultime due notti, al rientro da Porto Santo, abbiamo scelto questo hotel a due passi dall'aeroporto, per una semplice questione di comodità logistica.
L'hotel di per sé sarebbe nuovissimo, inaugurato nel 2017 e sebbene non sia in una posizione particolarmente attraente (è praticamente quasi sotto al ponte dell'autostrada, nelle "retrovie" di Santa Cruz) il principale problema è che al tempo del nostro soggiorno (agosto 2017) le camere erano pesantemente infiltrate dall'acqua, al punto che nelle due che avevamo prenotato e nei corridoi adiacenti l'intonaco era fradicio in più punti e si staccava. Nel bagno della nostra camera addirittura l'acqua correva a vista dal soffitto lungo i muri e per terra c'erano degli asciugamani a tamponare.
Abbiamo avuto il sospetto che il problema fosse dovuto alla piscina situata al piano superiore. Insomma, una situazione per nulla piacevole, né sicura, per quanto appunto l'hotel fosse "bello", nuovo e pulito.
Curiosamente di questo problema non c'è alcuna traccia nelle recensioni dell'hotel sui siti internet, che anzi, promuovono all'unanimità a pieni voti la struttura, persino i commenti lasciati da ospiti che hanno soggiornato nei nostri stessi giorni. Mah! Posizione comunque strategica, WiFi gratuito, servizi in linea con un buon tre stelle.

A Porto Santo:

Vilas Espìrito Santo, Sítio do Campo de Baixo.
Buona posizione, villa molto spaziosa e pulita, distribuita su due piani, inserita in un complesso di strutture identiche. Due bagni a disposizione, giardino, WiFi gratuito. Arredamento molto moderno ma anche molto essenziale e di base, grandi vetrate, comunque molto accogliente. Supermarket a due passi, spiaggia vicinissima, nessun problema per parcheggiare, molti ristoranti a portata pedonale.
Il contro sta nel fatto che l'appartamento viene affittato completamente spoglio di qualunque minimo accessorio di prima necessità per l'igiene e per la cucina, cosicché all'arrivo è necessario comprare immediatamente qualunque cosa, dalla carta igienica, al sapone, al sale e allo zucchero.
Ora, questa cosa è particolarmente seccante, a meno di non potersi portare poi via la propria spesa perché, anche se il soggiorno è di pochi giorni, al supermercato si è costretti a comprare confezioni intere di qualunque cosa, il che tipicamente significa ad esempio un chilo di zucchero, un litro di olio, un pacco di detersivo per la lavatrice, un flacone di bagnoschiuma e uno di sapone, eccetera.
Ovviamente dover poi lasciare lì una spesa intera in regalo alla proprietà non fa particolarmente piacere.
Cose da non perdere e cose da lasciar perdere
Sia Madeira che Porto Santo sono andate ben oltre le nostre aspettative.

A Madeira non dovrebbero assolutamente mancare un paio di giornate spese per i faticosi trekking del Pico Ruivo e di Ponta de São Lourenço, a condizione di essere equipaggiati a dovere. Indispensabili scarpe adatte e, soprattutto per il Pico Ruivo, abbigliamento adeguato alla quota, considerato che l'itinerario si svolge a quasi 2000 metri e il clima può essere molto variabile e imprevedibile.

La costa meridionale di Madeira è fin troppo urbanizzata e antropizzata (in modo spesso selvaggio, peggio della costa ligure), ma ad essa si contrappone un litorale settentrionale molto più selvaggio e remoto.
Ponta de São Lourenço, poi, è semplicemente bellissima.
Da non perdere assolutamente inoltre la natura della regione interna di Madeira, i suoi canyon e le gole selvagge, che a tratti ricordano moltissimo La Réunion, nell'Oceano indiano. Spendete un'escursione fino al belvedere di Eira do Serrado e magari affrontate la lunga discesa a piedi verso il Curral das Freiras.
Infine, a Funchal, non perdete una emozionante discesa dal Monte con le slitte di vimini lungo le strette e lisce vie della capitale, naturalmente dopo essere saliti con la funivia.

Per quanto piccola, Porto Santo merita una sosta di qualche giorno, non fosse altro per sperimentarne l'atmosfera remota, il ritmo completamente addormentato e per riposarsi sulla sua magnifica spiaggia.
Se lasciate la spiaggia per avventurarvi in un giro dell'isola, scoprirete luoghi selvaggi, completamente deserti e incontaminati, e con un po' di pazienza qualche piccolissima e meravigliosa spiaggetta nascosta.
Anche a Porto Santo potrete ammirare le molte tracce del passato vulcanico dell'isola.
Note
Una delle attrattive molto particolari di Madeira è senza dubbio l'aeroporto, inserito nella classifica dei dieci scali più pericolosi del mondo. Appoggiato al fianco dell'isola, è caratterizzato da una corta pista costruita su una fila di piloni ancorati direttamente sul fondo dell'oceano. I forti venti predominanti e la posizione fanno sì che l'aeroporto sia spesso teatro di adrenaliniche manovre di riattacco da parte dei piloti che non riescono ad atterrare al primo tentativo.
Accade anche che a causa del vento i voli vengano frequentemente dirottati verso il piccolo aeroporto di Porto Santo o, ancora peggio, addirittura a Tenerife, un migliaio di chilometri più a sud, unico eventuale scalo alternativo nell'oceano "a portata di mano".
A causa della posizione e dell'inserimento nel contesto urbano dell'isola, è possibile avvicinarsi alla pista dell'aeroporto fino a pochi metri: molte strade la costeggiano e la superstrada scorre addirittura fra i piloni sotto la struttura, sfiorando per qualche decina di metri il bordo della pista.
Sono moltissimi anche i punti panoramici con una bellissima vista su tutta l'area che permettono di osservare da vicino le manovre, e spesso le acrobazie dei piloti, durante l'avvicinamento alla pista, l'atterraggio e le operazioni al decollo.

orizzontintorno Carlo Paschetto orizzontintorno Carlo Paschetto orizzontintorno Carlo Paschetto orizzontintorno Carlo Paschetto
Copyright 2003-2017 Orizzontintorno   |   P. IVA 09609460960   |   Informazioni   |   info [at] orizzontintorno.com

Tutti i diritti riservati. I contenuti di questo sito sono licenziati Creative Commons Copyright. Orizzontintorno è un sito web di proprietà di Carlo Paschetto e non è da considerarsi in alcun modo una testata giornalistica in quanto non prevede periodicità nell'aggiornamento. Il titolare non si assume alcuna responsabilità per quanto pubblicato all'interno dei commenti del blog.

logo