Orizzontintorno Carlo Paschetto
Logo orizzontintorno Carlo Paschetto


Asia Overland 2002
Tratta 9 (103°-118° giorno): Xinjiang e Karakoram Highway
Asia Overland: Xinjiang e KKH
I disordini in Pakistan nell'estate del 2002, e gli attentati che iniziano a prendere di mira gli occidentali, costringono a deviare dall'itinerario programmato, che prevedeva originariamente di rientrare nella Cina occidentale e raggiungere Kashgar dall'India attraversando il Pakistan, via Islamabad e la Karakoram Highway.
Il 9 agosto 2002, proprio al momento di partire per Amritsar, nel Punjab indiano, ed attraversare la frontiera con il Pakistan, in seguito ad un nuovo attentato terroristico le ambasciate italiane a Delhi e ad Islamabad riasciano un bollettino di avvertimento che invita i viaggiatori a non recarsi nel Paese islamico. Di fatto la frontiera fra India e Pakistan è ormai completamente disertata e deserta, ancorché aperta.

Da Delhi, dunque, diventa inevitabile rientrare in Cina volando (tratta arancione sulla mappa). La scelta della destinazione cade su Dunhuang (raggiunta volando via Pechino), importante centro sull'antica Via della seta, non lontana da Golmud, lasciata un mese prima per entrare in Tibet. Questo nuovo itinerario consente di raggiungere Kashgar percorrendo la Via della seta e di ricollegarsi alla Karakoram Highway dal versante cinese.

Da Dunhuang a Turpan, prima tappa in Xinjiang, in taxi (tratta Dunhuang-Liu Yuan, 140km), treno (tratta Liu Yuan-Daheyan, 688km per 9h40m), e di nuovo taxi (trratta Daheyan-Turpan, 58 km).
Da Turpan a Kashgar auto a noleggio con autista, come di consueto in Cina. La tratta è lunga 2.000km attraverso il temibile deserto del Taklamakan, una delle regioni più aride del mondo, la cui minima depressione tocca i -158m sotto il livello del mare e che è caratterizzata da una temperatura media, in estate, quasi sempre sopra i 50°. La parte più difficile è la statale che attraversa il deserto vero e proprio da nordest a sudovest, fra Luntai e Minfeng, quasi 600km di sole dune di sabbia senza soluzione di continuità. Micidiale. Su questo percorso pernottatamenti a Luntai e ad Hotan.

Da Kashgar, risalita della Karakoram Highway per 300km, fino al confine cinese di Tashkurgan, utilizzando un mezzo fuoristrada.
Da Tashkurgan al famoso Kunjerab Pass, che è la vera frontiera con il Pakistan, ci sono ancora 100km: al tempo di questo viaggio non era permesso agli stranieri oltrepassare Tashkurgan per salire al Kunjerab, a meno di non proseguire per il Pakistan.

Soste a Dunhuang (2 notti), Turpan (2 notti), Luntai (una notte), Hotan (due notti), Kashgar (6 notti), Karakul (una notte), Tashkurgan (una notte).

Periodo
Dall'13 agosto 2002 al 28 agosto 2002.

orizzontintorno Carlo Paschetto orizzontintorno Carlo Paschetto orizzontintorno Carlo Paschetto orizzontintorno Carlo Paschetto
Copyright 2003-2017 Orizzontintorno   |   P. IVA 09609460960   |   Informazioni   |   info [at] orizzontintorno.com

Tutti i diritti riservati. I contenuti di questo sito sono licenziati Creative Commons Copyright. Orizzontintorno è un sito web di proprietà di Carlo Paschetto e non è da considerarsi in alcun modo una testata giornalistica in quanto non prevede periodicità nell'aggiornamento. Il titolare non si assume alcuna responsabilità per quanto pubblicato all'interno dei commenti del blog.

logo